Sei in: Home » Articoli

Scontrini e ricevute fiscali addio! Con l'ok dell'Agenzia delle Entrate. Sarà eliminato anche il denaro contante

Il sistema di fatturazione digitale è destinato a diventare la norma per tutte le attività di produzione e scambio di beni e servizi
Ragazza strappa foglio di carta
Gli scontrini e le ricevute fiscali, quei pallidi foglietti che per legge devono registrare e accompagnare fisicamente ogni nostro acquisto – pena multe severe per i venditori e, in qualche caso, anche per i consumatori – potrebbero presto diventare dei cimelii degni de I migliori anni
Lo fa sapere Rossella Orlandi – numero uno di Agenzia delle Entrate – invitata alla Camera dei Deputati per illustrare le nuove strategie di lotta all'evasione fiscale.

La “rivoluzione”, da tempo attesa e sollecitata da commercianti e professionisti con P.I., non sarebbe comunque qualcosa di imminente, ma piuttosto un intervento a medio termine – come specificato dalla stessa Orlandi durante l'intervista rilasciata ieri sera alla trasmissione Che fuori tempo che fa – in una prospettiva globale di alleggerimento degli oneri fiscali per gli imprenditori. 

Già in uso presso le Pubbliche Amministrazioni, il sistema di fatturazione digitale è dunque destinato a diventare la norma per tutte le attività di produzione e scambio di beni e servizi. Nella convinzione che il Fisco non può essere uno spauracchio poliziesco per la colonna portante dell'economia del Paese, si intende dunque rendere più agevole e snella la tenuta della contabilità, (anche) sostituendo gli scontrini cartacei con le fatture elettroniche, e di conseguenza allentando i controlli territoriali della Guardia di Finanza.

In più, la preannunciata riforma risponderebbe anche alla finalità di eliminare progressivamente la circolazione di denaro liquido, che rappresenta a sua volta una delle principali “occasioni” di evasione del Fisco.
(09/11/2014 - Mara M.)
Le più lette:
» È legale vietare l'accesso alle famiglie con bambini nei ristoranti?
» Addio compenso per l'avvocato poco accorto
» Condominio: acquirente obbligato in solido per cinque anni
» Decreto ingiuntivo: i requisiti per l'opposizione tardiva
» Pec: notifiche valide solo agli indirizzi risultanti da pubblici registri
In evidenza oggi
Basta bimbi dimenticati in auto, in arrivo il dispositivo d'allertaBasta bimbi dimenticati in auto, in arrivo il dispositivo d'allerta
Avvocati: la trappola mentale del 'non ho tempo' Avvocati: la trappola mentale del 'non ho tempo'
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF