Sblocca Italia: Iva al 4% sulle ristrutturazioni. Misura a rischio per mancanza di coperture.

tagli soldi euro crisi sprechi
Il Decreto, cosiddetto "Sblocca Italia", approvato dal Consiglio dei Ministri il 29 agosto, Ŕ approdato alla Camera. In particolare, un emendamento approvato nella commissione Ambiente della Camera a firma del grillino Crippa prevede la riduzione dell'aliquota iva dal 10% al 4% per le ristrutturazioni edilizie.
Sul piano pratico, chi ristruttura un immobile potrÓ avvalersi della tassazione iva ridotta: a ci˛ si aggiunge la possibilitÓ -prorogata per tutto il 2015 dalla legge di StabilitÓ- di beneficiare della detrazione Irpef del 50% sulle ristrutturazioni e di quella Irpef e Ires del 65% sugli interventi per il miglioramento delle prestazioni energetiche.

 La riduzione dell'aliquota iva in oggetto sarÓ coperta con l'incremento dell''iva (che sale dal 4 al 10%) per le nuove costruzioni vendute direttamente dalle imprese come prima casa. La ratio della misura Ŕ quella di incentivare il recupero del patrimonio edilizio e scongiurare il rischio di un ulteriore consumo del suolo. 

La nuova misura per˛ pone non pochi problemi, sul piano delle coperture e sotto il profilo della compatibilitÓ con la normativa Ue. 

Sotto il primo profilo, la relazione dei tecnici della Camera evidenzia come l'iva al 4% sulle ristrutturazioni e l'iva al 10% sulle nuove costruzioni potrebbero non compensarsi. 

In secondo luogo, occorre tenere presente che la normativa comunitaria permette agli Stati membri di adottare due aliquote ridotte comunque non inferiori al 5%, con la conseguenza che l'aliquota in questione si configura come ultra ridotta.
(22/10/2014 - A.V.)
Le pi¨ lette:
» Avvocati: cassazionisti senza esami per tutti gli iscritti ante riforma
» Avvocati: albi online senza segreti
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Padre immaturo? Il figlio va con la madre
» Affitto: la cauzione va restituita anche in caso di danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF