Sei in: Home » Articoli

Cassazione: non opponibile allacuratela la cessione del credito se non risulta notificata o accettata prima del fallimento

cassazione toga sentenza
Nel caso in cui l'imprenditore dichiarato fallito abbia ceduto un credito prima della declaratoria di fallimento occorre verificare se vi stata anche la notifica della cessione o l'accettazione da parte del debitore ceduto.
Se queste sono successive al fallimento, la cessione non si perfezionata e il pagamento delle somme oggetto di cessione andr fatto comunque al curatore fallimentare. Lo ha ricordato la corte di Cassazione con la sentenza 19199/2014.

L'art. 1264 del codice civile, in effetti, prevede che "la cessione ha effetto nei confronti del debitore ceduto quando questi l'ha accettata o quando gli stata notificata".

La stessa Corte di Cassazione gi intervenuta pi volte sul problema relativo all'efficacia delle cessioni dei crediti nei confronti del fallimento.

In una precedente sentenza (la n.9831/2014)  la stessa Corte aveva chiarito che nel caso di intervenuto fallimento di un imprenditore che ha ceduto un proprio credito, occorre considerare che possono essere opposte al fallimento solo le cessioni di credito che risultino "notificate al debitore ceduto, o siano state dal medesimo accettate, con atto avente data certa anteriore alla dichiarazione di fallimento".

In quell'occasione la Corte ha anche richiamato il disposto dell'art. 2914, primo comma, numero 2 del codice civile secondo cui sono inefficaci nei confronti del creditore pignorante e dei creditori che intervengono nell'esecuzione  "le cessioni di credito che, sebbene anteriori al pignoramento, siano state notificate al debitore o da lui accettate dopo il pignoramento".

Si tratta di un principio che, spiega la Corte, opera anche nel caso di fallimento del creditore cedente.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/09/2014 - A.V.)
Le pi lette:
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: redditi sempre pi bassi, allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF