Cassazione: Solo cittadini italiani e rifugiati ammessi ai pubblici concorsi, ma la legge si adegui alla società

esame studente scuola concorso

Niente cittadini extracomunitari nel pubblico impiego… almeno per il momento. È quanto hanno ribadito i Giudici della sezione lavoro della Corte di Cassazione con la sentenza n. 18523/2014. L'accesso alle selezioni pubbliche è, infatti, riservato a: cittadini italiani, cittadini dell'Unione Europea e, dal 2007, anche a chi ha ottenuto lo status di rifugiato. 

Non è previsto perciò l'allargamento della partecipazione ai soggetti immigrati da Paesi extracomunitari che non siano dichiarati rifugiati. Tanto prevede la Norma. E la Corte non ha dovuto far altro che rinviare alla Legge, nel respingere il ricorso di una donna albanese contro l'esclusione da un concorso indetto nel 2011 dal Ministero dell'Economia per i lavoratori disabili dei Monopoli di Stato. Motiva infatti la Corte: la decisione “è frutto di una scelta politica tutt'ora espressa" dal Legislatore, “pure nella consapevolezza dell'evoluzione sociale”, della “tendenziale omogeneizzazione a fini giuridici dell'appartenenza ad etnie e cittadinanze” e della “progressiva attenuazione delle rilevanza dell'appartenenza nazionale”

Dunque, sta alla politica adeguare le norme ai mutamenti della società, compresa la sua crescente multietnicità. Anche se – sottolineano allo stesso tempo gli Ermellini – per gli impieghi pubblici trova altresì spazio “la valutazione della particolarità e delicatezza delle funzione svolta alle dipendenze dello Stato” e questo vale “in particolare” per il Ministero dell'Economia.

Vai al testo della sentenza 18523/2014
(09/09/2014 - Mara M.)
Le più lette:
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Il 'bon ton' degli avvocati
» Guide di diritto penale
» Magistrati: i 5 peggiori vizi che rendono furibondi gli avvocati
» Pensioni: trovato l'accordo. Cosa cambia da gennaio
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF