Sei in: Home » Articoli

Cassazione. La raccomandazione: e che male c'è?

cassazione sentenza
Coloro che credono (o sperano... ancora!) nella meritocrazia e nella Giustizia intesa nel senso più pieno del termine, rimarranno delusi - e forse un tantino indignati - da questa sentenza della Cassazione - la n. 32035/14 -, che in pratica "legittima" la raccomandazione.

Il processo di merito prendeva le mosse da delle intercettazioni ambientali nelle quali si udiva un Comandante dei Carabinieri "segnalare" a un assessore comunale il nome della propria figlia in merito a un pubblico concorso. Mentre il Comandante andava libero da pena, in secondo grado, per prescrizione del reato di abuso d'ufficio che lo vedeva imputato, l'assessore e il Segretario comunale, la Commissione di concorso e il Presidente della stessa, venivano infine prosciolti dalla Suprema Corte dall'accusa di abuso d'ufficio e falsità in atto pubblico perché - motivavano gli Ermellini -: la raccomandazione non si atteggia con comportamenti coattivi e positivi nei confronti del pubblico ufficiale, ma è un atto che lascia quest'ultimo libero di aderire o meno a un "invito". E non è la prima volta che la Cassazione si mostra così indulgente nei confronti di questo genere di pratiche (vd. sent. n. 38762/12).

Che dire: sicuramente i casi in questione non presentavano profili di perseguibilità penale, ma forse non sarebbe male se i Giudici Supremi ogni tanto stigmatizzassero l'italico ricorso all'aiutino, anziché 'derubricarlo' al rango di invito
!...  
(26/08/2014 - Mara M.)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Legge Gelli-Bianco: un quadro di sintesi della riforma della responsabilità medica
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Equo compenso avvocati: quali sono le clausole vessatorieEquo compenso avvocati: quali sono le clausole vessatorie
Multa di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minoriMulta di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minori
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF