Sei in: Home » Articoli

Decreto Competitività: le novità per le imprese. In allegato il testo integrale

team società socio lavoratori
Il decreto competitività del 24 giugno 2014 (d.l. 91/2014) diventa legge n. 116/2014 e presenta numerose novità per la semplificazione della burocrazia e per accelerare l'iscrizione delle aziende al Registro delle Imprese. Dall'obbligo di iscrizione immediata sono escluse le società di capitali e le società individuali, per le quali è ancora in vigore il termine di 5 giorni per l'iscrizione da parte del giudice del Registro.

Grazie alla nuova legge le pratiche con richiesta di iscrizione e modifica statutaria da parte delle imprese pervenute per via telematica al Registro delle Imprese sono immediatamente elaborate, in modo da velocizzare i tempi di iscrizione. Per poter usufruire dell'agevolazione l'impresa dovrà allegare l'atto notarile e sono validi sia atti pubblici che scritture private autenticate da notaio.

Dal 1° settembre iscrizione immediata al Registro delle Imprese


La nuova legge entrerà ufficialmente in vigore dal 1° settembre. Il Registro delle Imprese può comunque non accettare l'iscrizione nell'eventualità che il notaio non abbia rispettato gli standard della procedura: per questo motivo l'immediata iscrizione è sottoposta a verifiche da parte del giudice di Registro, che può cancellare la richiesta qualora individui dei vizi formali e la difformità alle leggi vigenti (C.C n. 2330).

Atti costitutivi e di modifica delle società di persone e capitali verranno elaborati dal sistema telematico con tempi molto più brevi rispetto al passato, aumentando in questo modo la competitività e la pubblicità legale delle imprese italiane.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/08/2014 - A.V.)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
» Isee: il software Inps per calcolarlo online
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF