Sei in: Home » Articoli

ENRICO MATTEI, la leggenda e il mistero nel libro di Maurizio VERDENELLI (editore Ilari)

libri studio id9776
MEDIAevo n. 31 di Paolo M. Storani - Incontro casuale con il bel libro La leggenda del Santo Petroliere tra gli scaffali della libreria di Tolentino "Bottega del Libro", gestita dalla Gatta Sofia, coadiuvata dai ... commessi - proprietari Paola e Francesco.
Ulteriore casualità vuole che oggi 22 giugno 2014, alle ore 18, il volume da me prescelto verrà presentato presso la Biblioteca Filelfica della medesima cittadina marchigiana alla presenza sia dell'Autore, Maurizio Verdenelli, sia di alcuni scrittori e testimoni dell'eccezionale epopea del protagonista del volumetto, Enrico Mattei
Nelle Marche ed in special modo nell'entroterra maceratese - Matelica in primo luogo - tutto ancora trasuda del grande Presidente dell'Eni, la cui carriera di petroliere cominciò il giorno 28 aprile 1945, quando la Democrazia Cristiana decise di affidargli la carica di Commissario Straordinario dell'Agip con il compito, in pratica, di smantellarlo.
Mattei aveva esattamente 39 anni, essendo nato ad Acqualagna il 29 aprile 1906.
Il libro di Maurizio Verdenelli, concepito a mo' di viaggio e ricco di un apparato iconografico per certi versi inestimabile, traccia, giovandosi di interviste e contributi, il percorso di vita di quest'Uomo che dava lavoro a tutti senza discriminazioni e senza chiedere nulla in cambio e che venne assassinato - ormai par certo - il 27 ottobre 1962 mentre con il suo piccolo Morane-Saulnier 760, partito da Catania, era in procinto di atterrare a Linate.
Ognuno ricorda le fiamme di Bascapè, è storia d'Italia.
Si iniziava a parlare di lui come del futuro presidente della Repubblica.
Mattei poteva essere un nemico da abbattere per un nutrito gruppo di persone perché la sua ascesa era inarrestabile e stava dando lustro e benessere al nostro Paese, uscito prostrato dalla Seconda Guerra Mondiale.
Per una volta non si può condividere l'opinione tranchant di Piero Ottone che alle pagine 88 - 89 del suo memoriale edito da Garzanti nel 2014, Novanta, descrive Mattei come il protagonista non di una civiltá compiuta, ma da Terzo Mondo. Addirittura avvicinandone la figura, con inaudito azzardo, a quella di Silvio Berlusconi in termini di "totale indifferenza di fronte all'immoralitá".
Un portale giuridico come il nostro Studio Cataldi non puó omettere di sottolineare l'opera del Magistrato Vincenzo Calia che ha dedicato con dedizione e tenacia le sue energie al caso. Matelica lo ha insignito della cittadinanza onoraria. Verdenelli ricorda a pag. 203 del volume quanto appurato al tempo dell'attività di Sostituto Procuratore a Pavia che il Dott. Calia svolse a Pavia, un Magistrato ch'è riuscito a far emergere ciò che si voleva tenere oscuro: il presidente dell'Eni venne ucciso.
Oggi Vincenzo Calia è Procuratore Aggiunto a Genova.
Maurizio Verdenelli è giornalista professionista da vari decenni, ha lavorato a "La Nazione", al "Corriere della Sera", al "Messaggero", divenendone direttore per i dorsi regionali di Umbria, Abruzzo e Marche.
Chi non potesse partecipare all'evento può acquistare il libro edito da Ilari al costo di € 19,90, ben riposti nella gerla del sapere. Anche non acquistandolo da Gatta Sofia, che, però, ne ha curato la presentazione.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/06/2014 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF