Sei in: Home » Articoli

INPS: nuova procedura telematica per il lavoro accessorio

tablet computer telematico

L'Inps, con messaggio n. 5000 del 29 maggio 2014, rende noto che, nell'ambito della telematizzazione delle procedure di inoltro delle domande, di accesso e di gestione delle richieste provenienti dall'utenza, in merito alle modalità gestionali dei voucher, è stata sottoposta a revisione la procedura telematica per l'impiego dei buoni lavoro, attiva da agosto 2008.

La revisione, è stata finalizzata a definire una procedura semplificata, più user friendly e rispondente alle necessità di committenti che gestiscono grandi volumi di voucher virtuali.

La procedura telematica, denominata FastPOA, "ha come caratteristica principale quella di consentire una gestione organizzata per liste di prestatori, con riferimento alle quali si può effettuare sia l'inserimento delle prestazioni di lavoro (con contestuale invio della comunicazione di inizio prestazione all'INAIL) che la consuntivazione di tutti i rapporti di lavoro relativi ai lavoratori inseriti nella lista, tramite un'unica operazione."

La nuova procedura - si legge nel messaggio - consente, tramite alcune utility, di inserire in maniera autonoma e preventiva le tipologie di prestatori e i luoghi dove verranno svolte le prestazioni lavorative affiancandosi alla procedura telematica 'ordinaria'.

L'abilitazione per la nuova procedura va richiesta, indicando il codice fiscale/ partita IVA del committente e l'eventuale codice fiscale del delegato, obbligatorio per i committenti persone giuridiche, inoltrando una mail alle caselle di posta dei referenti regionali del lavoro accessorio, reperibili sul sito istituzionale.

L'Istituto fornisce poi le Indicazioni operative per l'utilizzo della procedura tramite accesso al sito www.inps.it. In particolare per accedere alla procedura FasPOA è necessario: - per i committenti, persone fisiche: essere titolari di un proprio PIN; - per i delegati: essere muniti di un proprio PIN ed essere in possesso di una delega ad operare. 

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(31/05/2014 - L.S.)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
» Divorzio: le tre vie per dirsi addio
» Whatsapp può spiare le chat private: l'allarme degli esperti
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF