Sei in: Home » Articoli

Il D.l. Droga è legge. Ecco il testo del provvedimento e il T.U. stupefacenti aggiornato

droga
È stato convertito in legge il d.l. 36/2014 che sostituisce le precedenti cd. "legge Fini-Giovanardi", già dichiarata incostituzionale con sentenza n. 32/2014, e cd. "legge Iervolino-Vassalli", rientrata in vigore dopo la predetta declaratoria di illegittimità costituzionale. 

Le innovazioni più rilevanti riguardano la reintroduzione delle tabelle che distinguono tra droghe leggere e droghe pesanti in base agli effetti prodotti dall'assunzione e il relativo regime sanzionatorio. 

In particolare, nella Tabella 1, insieme ad oppiacei, cocaina, eroina e anfetamine, figura anche la cannabis di derivazione sintetica, mentre quella di origine naturale è classificata quale droga leggera e pertanto ricompresa nella Tabella 2. Le stesse Tabelle delle sostanze stupefacenti o psicotrope, inoltre, ricomprendono tutte le nuove sostanze identificate e classificate a partire dal 2006, anno di entrata in vigore della legge Fini-Giovanardi.

Nonostante la vendita e la coltivazione delle predette sostanze continuino a costituire condotta penalmente rilevante, la sanzione in caso di spaccio di modiche quantità viene ridotta a quattro anni nel suo massimo edittale, escludendo di fatto l'incarcerazione, mentre in caso di consumo personale la sanzione non è penale ma amministrativa. 

Poiché in caso di piccolo spaccio non vi è differenziazione tra droghe pesanti e leggere, la graduazione dell'entità della pena spetta al giudice che dovrà valutare qualità e quantità della sostanza. In caso di condanna, infine, sono previste anche misure alternative alla detenzione, quali l'affidamento in prova al servizio sociale. 

È appena il caso di precisare che il d.l. 36/2014 contiene anche disposizioni in materia di farmaci off-label, ovvero medicinali registrati ma impiegati per patologie diverse da quelle per le quali sono previsti. L'impiego di tali farmaci viene quindi consentito anche in presenza di un farmaco concorrente specifico, a condizione che l'efficacia del medicinale off-label per la patologia non inclusa risulti comprovata dalla comunità scientifica nazionale ed internazionale.

Vei anche il Testo Unico Stupefacenti (309/1990) aggiornato alle modifiche introdotte con il DL36/2014
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/05/2014 - A.V.)
Le più lette:
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF