Sei in: Home » Articoli

BRICIOLE DI DIRITTO:prima settimana di Maggio. Aggiornamenti flash sulle novità giurisprudenziali della settimana, a cura dell' Avv. Barbara Pirelli

briciole martello giustizia
BRICIOLE DI DIRITTO: aggiornamenti flash sulle novità giurisprudenziali della settimana
A cura dell'Avv. Barbara Pirelli - Questa settimana: con la separazione va restituito l'immobile avuto in comodato; il coniuge iscritto in un albo professionale ha comunque diritto all'assegno di mantenimento.
Ed ancora : definire un soggetto "tombarolo" e' diffamazione?la notifica e' valida anche se la firma e' illeggibile?quando si ha il risarcimento per equivalente?


1.E' legittima la tassa governativa sui telefonini.
Il chiarimento arriva con una sentenza della Suprema Corte a Sezioni Unite.
La Cassazione ha accolto il ricorso dell'Agenzia delle entrate contro la sentenza della Commissione tributaria regionale del Veneto che, invece, aveva riconosciuto il diritto di tre comuni alla restituzione della tassa, prevista dal Dpr 641/1972, in quanto la norma sarebbe stata implicitamente abrogata dal Dlgs 259/2003 (Codice delle comunicazioni elettroniche).
Corte di Cassazione sentenza n. 9560 del 2 maggio 2014-Sezioni Unite.

2.La multa può essere estinta senza pagare le spese di notifica.
Questo è il nuovo orientamento della Suprema Corte che ha stabilito che non possono inoltrarsi cartelle di pagamento da centinaia di euro per multe stradali che sono state pagate senza includere le spese postali sostenute dall'amministrazione.
Il caso riguarda un cittadino che si è visto notificare una cartella di 150,82 euro per non averne pagati 3,25. Gli spiccioli erano la spesa sostenuta dalla Polizia municipale di Lucca per inviare la raccomandata con cui il destinatario del verbale era stato avvisato che c'era stato un mancato recapito e il plico era ritornato all'ufficio postale, la notifica si perfeziona  dopo 10 giorni di giacenza.
Corte di Cassazione sentenza n. 9507 del 30 aprile 2014 

3.Il padre risponde di sottrazione di minore se trattiene con se il figlio oltre i tempi stabiliti con l'ex coniuge.
Dunque, può accadere che un figlio stia con il padre anche per un periodo molto lungo ma se il genitore non rispetta il termine di riconsegna, che era stato precedentemente accordato, dell'adolescente il genitore risponde del del reato di cui all'art. 574 c.p. cioè sottrazione di persone incapaci.
Corte di Cassazione sentenza n.17799 del 28 aprile 2014

Se il guidatore provoca un incidente in stato di ebbrezza in orario notturno oltre alle suddette aggravanti , la pena e' raddoppiata e il giudice può applicare un aumento del terzo della pena se il conducente ha meno di 21 anni.
Quindi, nel caso di guida in stato di ebbrezza se ci sono più circostanze aggravanti si applica il cumulo giuridico previsto dall'articolo 63 comma 4 Cp.
Corte di Cassazione sentenza n. 17805 del 28 aprile 2014 

5.Il sequestro penale di bene gravato da ipoteca. 
Il terzo creditore può soddisfare il suo diritto sul bene sequestrato e gravato da ipoteca solo in un momento successivo cioè quando al termine del processo penale venga disposta la confisca del bene.
Durante il sequestro penale,invece,non può ne' chiedere la revoca ne' può mettere in atto un'azione esecutiva.
Corte di Cassazione sentenza n. 10471 del 5 marzo 2014 

6.Revoca della misura cautelare se non sono state valutate le memorie difensive.
Ad un uomo indagato per truffa il "Tribunale del riesame " aveva confermato il sequestro preventivo di 30 mila euro contestando una fattura per operazioni inesistenti emessa ai danni di una società sportiva.
Nel ricorso si contestava il " fumus commissi delicti "perché il Tribunale non aveva preso in considerazione la documentazione allegata dalla difesa.
Corte di Cassazione sentenza n . 17712 del 2014.

7. Sanzionabilita' del magistrato.
Il magistrato e' sanzionato se deposita con notevole ritardo
( superiore al triplo di ciò che prevede la legge ) le sentenze .
E 'stata considerata irrilevante la circostanza ,sollevata in difesa del magistrato, relativa alla grave infermità della madre che necessitava di continue cure.
Corte di Cassazione sentenza n. 9250 del 2014

8. Resistenza a pubblico ufficiale.
Commette  il suddetto reato chi sorpreso sull'autobus senza biglietto colpisca il controllore con uno schiaffo mentre quest 'ultimo e' intento a redigere il verbale di irrogazione della sanzione.
In questo caso sussistono tutti gli elementi del reato: il controllore e ' un pubblico ufficiale, il verbale e' un atto d'ufficio e la condotta e' violenta e consapevole  ad impedire tale attività .
Corte d'Appello di Taranto sentenza n. 1363 del 2014

9. La banca risarcisce il cliente se non ha sistemi di sicurezza adatti.
Se la banca non dimostra che il furto dal conto corrente online e' dipeso da colpa del cliente e' tenuto a rimborsare al cliente il danaro sottratto dall'hacker informatico  se il furto e' stato attuato a causa di sistemi di "home banking" molto vecchi.
Tribunale di Roma sentenza n. 8707/14

10.Il medico che sbaglia diagnosi, scambiando il tumore per ansia , non può invocare il rifiuto delle cure. E' Irrilevante che il paziente fosse contrario ad assumere farmaci antidepressivi.
La scriminante si configura solo se il paziente viene informato delle sue vere condizioni e nonostante ciò rifiuti di sottoporsi alle cure e non in caso di vero errore diagnostico.
 Corte di Cassazione sentenza n. 17801 del 28 aprile 2014

11.Definire "Tombarolo" un soggetto non integra il reato di diffamazione perché la definizione non è denigratoria.
Corte di Cassazione sentenza  n. 17968 del 29 aprile 2014

12.Separazione: restituzione dell'immobile avuto in comodato.
Con la separazione, i coniugi devono restituire l'immobile avuto in comodato da i genitori di uno dei due.Dunque, l'altro coniuge anche se privo di redditi non può pretendere di rimanere nella casa familiare se non ci sono figli minori o maggiorenni non autosufficienti.
In questi casi, se l'ex coniuge del figlio non libera l'immobile i suoceri possono tornare in possesso dell'immobile avanzando un ricorso per rilascio di immobile non è invece consentito cacciare di casa l'occupante perché si verificherebbe uno spoglio violento.
Tribunale di Caltanissetta sentenza del 19/03/2014.

13.La notifica di un atto di Equitalia e' valida anche se la firma del ricevente, apposta sulla cartolina a/r, e' illeggibile.
Corte di Cassazione ordinanza  n. 9337/2014 

14. Gare di auto al semaforo.
Commette il reato di "divieto di gareggiare in velocità con i veicoli a motore" chi ad un semaforo gareggia con un altro automobilista, dopo che sia scattata la luce semaforica verde del semaforo, anche se tra le parti non ci sia stato un previo accordo.
Corte di Cassazione sentenza  n. 17811/2014.

15.Se il contatore viene sostituito all'insaputa dell'utente lo stesso non è tenuto a pagare la maxi- fattura dell'acqua.
Il fornitore deve sempre verificare il consumo altrimenti viola il principio di buona fede.
Giudice di Pace di Agrigento sentenza n. 163/14.

16. E' nullo l'atto dell'Agenzia delle Entrate che non è firmato dal capo ufficio o che non contenga la delega alla sottoscrizione ad altro funzionario.inoltre, l'atto e' nullo anche se non contiene:
- le motivazioni della delega; 
-le indicazioni dell'imponibile accertato;
- delle aliquote applicate e delle imposte liquidate, al lordo e al netto delle detrazioni;
- delle ritenute e dei crediti d'imposta; 
-la motivazione della pretesa; 
-l'allegazione di altri atti non conosciuti né ricevuti dal contribuente.
Commissione Tributaria Provinciale di Palermo sentenza n. 1429 del 31.03.2014.

17.Risarcimento per equivalente .
Si ha questo tipo di risarcimento quando il costo delle riparazioni dell'auto rimasta coinvolta in un incidente è superiore al valore dell'automobile prima del sinistro. 
Corte di Cassazione ordinanza  n. 9367 del 28 aprile

18.Oltraggio  a pubblico ufficiale.
Perché si configuri questo tipo di reato e' necessario che all'offesa assistano più persone; se,invece, l'offesa viene pronunciata solo davanti al P.U. si configura il reato meno grave dell'ingiuria
Corte di Cassazione sentenza n. 17688/2014.

19. Rumori molesti del vicino.
Il vicino ha diritto al risarcimento dei danni se i rumori molesti dei vicini, causati anche da strumenti musicali, superino la normale tollerabilità .
Corte di Cassazione sentenza  n. 9283/2014


20.La Regione paga le cure private.
Se la Regione non ha strutture sanitarie adeguate a curare il paziente ma  stringe convenzioni con cliniche private è tenuta a rimborsare integralmente le prestazioni urgenti sostenute dal cittadino. 
Giudice di Pace di Lecce sentenza n.966/2014.

21. La crisi economica salva l'imprenditore.
L'imprenditore che abbia grosse difficoltà economiche non è responsabile se 
omette le ritenute fiscali a causa della crisi economica.
Tribunale  di Padova con la sentenza n. 18/2014.

22.Perche'ci sia la riconciliazione tra i coniugi non basta la ripresa della convivenza.Per escludere la cessazione degli effetti civili del matrimonio è necessario provare la ricostituzione del rapporto coniugale.
Corte di  Cassazione ordinanza  9492 del 30.4.14

23. Non è possibile parcheggiare nell'area antistante i singoli garage se le manovre delle auto, in entrata ed in uscita diventano particolarmente complicate.
Sarà il giudice a verificare se nel complesso residenziale esistono altri spazi da destinare al ricovero dei veicoli. 
Corte di Cassazione sentenza n.9522 del 30.4.14

24.Se il coniuge debole e' comunque iscritto ad un albo professionale ciò  non esclude il diritto all'assegno. 
Il giudice deve valutare se l'altro coniuge sia in grado di procurarsi un reddito autonomo e idoneo al mantenimento del pregresso tenore di vita. 
Corte di Cassazione ordinanza n. 9493 del 30.4.14

25.I costi del carburante non possono essere detratti in assenza di scheda dettagliata nonostante l'attività d'impresa preveda i trasporti.
La Corte ha accolto il ricorso dell'Agenzia delle entrate. 
Corte di Cassazione sentenza n. 9425 del 30.4.14

26. Se il coniuge riceve dall'altro in donazione una quota di eredità non ha diritto all'assegno di mantenimento. E'stato respinto il ricorso di una moglie che non aveva dimostrato le eventuali diminuzioni di introiti dopo la malattia e l'acquisto dell'immobile. 
Corte di Cassazione ordinanza n. 9498 del 30.4.14

27. Il commercialista che rifiuta di restituire al cliente i libri contabili risponde di appropriazione indebita.Il comportamento eccede i limiti del titolo del possesso. Corte di Cassazione sentenza n. 18027 del 30.4.2014

28. No ai compensi del difensore nei limiti della domanda con riguardo alle opposizioni alle multe davanti al gdp.
 L'articolo 91, comma quarto, Cpc, introdotto dal decreto legge 22 dicembre 2011, n. 212, opera esclusivamente nelle controversie devolute alla giurisdizione equitativa del giudice di pace e quindi non si applica alle controversie di opposizione a ordinanza-ingiunzione.
Corte di  Cassazione sentenza n. 9556 del 30.4.14

29. Non è necessaria l'autorizzazione del giudice tutelare perché il figlio minore maltrattato dal padre possa costituirsi parte civile; dunque, niente curatore speciale, l'eventuale conflitto d'interessi tra il minore e la madre va risolto nell'ambito dello stesso procedimento penale. 
Corte di Cassazione  sentenza 18226 del 30.4.14





Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/05/2014 - Briciole di diritto)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF