Sei in: Home » Articoli

Striscioni offensivi negli stadi

La Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione, con sentenza depositata lo scorso 27 febbraio, ha stabilito che esporre striscioni con scritte offensive non equivale di per sé a incitare la violenza. La decisione è stata presa dopo l?entrata in vigore del decreto contro la violenza negli stadi (Dl. n. 336/01, convertito con modifiche nella L. n. 377/01). La Corte, con la citata sentenza, ha rilevato che in base all?art. 2-bis (da considerarsi norma di interpretazione autentica) l?istigazione alla violenza deve essere specifica e non può quindi ravvisarsi in una scritta che contenga soltanto espressioni offensive generiche.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/04/2002 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
» Debiti sospesi fino a un anno per chi è in difficoltà
In evidenza oggi.
Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF