Sei in: Home » Articoli

Legge sui Terreni Agricoli Ungheresi - Dubbi legali, rimedi possibili

Terreno Prato albero

Il nostro tema riguarda la nuova legislazione sull'acquisto ed affitto di terreni agricoli in Ungheria. In questo articolo - che sará l'ultimo della serie - vorremmo concentrarci sui dubbi legali, e sui rimedi possibili. L'autore del presente articolo, l'avvocato Levente Lajos - www.studiolegale.hu - twitter @lajoslawfirm - facebook lajos law firm - suggerisce di prendere appuntamento riguardo ad ogni singolo caso con un professionista per valutare le possibilitá ed eventuali soluzioni.

Dubbi legali, rimedi possibili (5)

La Legge sul Commercio di Terreni Agricoli crea delle limitazioni forti sia riguardo all'acquisto, sia riguardo all'affitto dei terreni agricoli.

 

Oltre a 1 ettaro solo un gruppo limitato può acquistare terreni. L'espansione dell'azienda è limitata. I contratti sono oggetto di approvazione da parte dell'organo amministrativo agricolo che formula la sua decisione in base all'opinione del Consiglio Locale dei Terreni. Il Consiglio Locale dei Terreni prende in considerazione degli aspetti molto particolari che molte volte vanno contro il principio della libertá del diritto di proprietà.

 

Il diritto di proprietà, come un diritto fondamentale è riconosciuto sia dalla Carta sui diritti fondamentali dell'Unione Europea (§17), sia dalla Costituzione ungherese (Legge fondamentale – articolo XIII) e sia dal Trattato sul funzionamento della UE.

 

Il diritto di proprietà include la disposizione libera sull'oggetto. Il proprietario può usare l'oggetto della sua proprietà sia egli stesso, sia consegnando l'uso a persone terze. Paragonando con la vecchia legislazione la Legge sul Commercio dei Terreni Agricoli definisce la categoria dei possibili acquirenti in un gruppo limitato. Tale limitazione ovviamente diminuisce la negoziabilità dei terreni, violando l'interesse dei proprietari, causando probabilmente l'abbasso dei prezzi di mercato. Il cambiamento va contro le legittime aspettative delle persone che hanno acquistato terreni agricoli in Ungheria nel passato.

 

La legge non tratta sempre ugualmente i cittadini ungheresi e i cittadini della comunità, nè riguardo all'acquisto, nè riguardo all'affitto. Per esempio, la prescrizione di 3 anni di residenza passata ovviamento dà vantaggio agli ungheresi. Il §18 del Trattato sul funzionamento della UE proibisce la discriminazione in base alla cittadinanza. 

 

Gli aspetti che il Consiglio Locale dei Terreni deve prendere in considerazione sono molto soggettivi e creano la possibilità dell'abuso dei poteri discrezionali del Consiglio. Per esempio, la loro facoltà di valutare se il prezzo è in linea con il valore di mercato della terra, in realtà può significare che un contratto potrebbe essere rifiutato se, secondo loro, il prezzo è più alto di quello della zona, e certi aventi diritto di prelazione non possono praticare i loro diritti.  Tale situazione può danneggiare non solo gli interessi dei futuri acquiren

ti, ma anche di quelli ungheresi che vogliono vendere i loro terreni nel futuro.

 

La discriminazione fra investitori ungheresi ed europei è contro la libertà di stabilirsi , definita nel §49 del Trattato sul funzionameno della UE.

 

Il decreto gov. sull'utilizzo dei terreni appartenenti al Fondo nazionele di Terreni toglie il diritto di prelazione d'affitto dei terreni statali. Normalmente secondo la legge sul commercio dei terreni agricoli, l'ex affittuario è un avente diritto di prelazione quando il nuovo contratto d'affitto viene firmato. Invece nel caso dei terreni statali, tale diritto non esiste e può capitare che l'affitto di un terreno affittato da anni da un'azienda è vinto da un altro. Tale eliminazione del diritto di prelazione va contro le aspettative legittime delle aziende. Uno che lavorava su certi terreni statali, dopo aver investito nella sua azienda, rischia di perdere i suoi affitti dopo la scadenza, senza la prelazione. La protezione delle aspettative legittime è un principio del diritto europeo presente in tutti i paesi. In Germania è conosciuto come Vertrauensschutz, in Francia come protection de la confiance légitime, ecc. Il Tribunale Europeo ha elaborato l'utilizzo di questo principio nel diritto europeo.

 

Sia la legge sul Commercio dei Terreni Agricoli, sia il decreto gov. sull'utilizzo dei terreni appartenenti al Fondo Nazionale dei Terreni Agricoli  introduce aspetti soggettivi nell'applicazione dei regolamenti. Il Consiglio Locale dei Terreni, il Consiglio di Valutazione e il Consiglio della Politica Aziendale rilasciano la loro opinione in base ad aspetti legalmente questionabili e molto soggettivi. Tale fattore aumenta la certezza e l'ugualità nell'applicazione della legge.

 

Rimedi legali

 

Come principio del diritto della UE, uno primariamente deve cercare giustizia davanti il Tribunale del  paese membro. I trattati hanno effetto diretto e prevalgono nei confronti delle leggi nazionali nel caso di un eventuale conflitto (Tribunale Europeo 60/64 Costa vs. Enel). Il Tribunale del paese membro deve mettere a parte la legge nazionale e applicare la legge europea nel caso di un eventuale conflitto (106/77 Simmenthal). Durante il processo davanti al paese membro il Tribunale può chiedere riferenza al Tribunale Europeo riguardo all'applicazione del diritto europeo (Trattato sul funzionamento della UE §267).

 

Se il paese membro emette una legislazione contraria al diritto europeo, un processo di forzamento può essere iniziato contro il paese in base ai § 58-260 del Trattato sul funzionamento della UE. La procedura inizialmente viene portata avanti dalla Commissione e successivamente dalla Corte Europea.

 

Una terza possibilità per una parte privata può essere rivolgersi al Tribunale dei Diritti Umani a Strasburgo per la violazione del diritto di proprietà.

 

Opinione legale a cura di Lajos Levente Avvocato in collaborazione con l'ITL Group Kft. www.itlgroup.hu  – La presente opinione legale é tutelata dalla normativa sul diritto d'autore


lajos
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/04/2014 - Avv. Levente Lajos)
Le più lette:
» Avvocati: fino a mille euro per ogni figlio
» Quali beni non possono essere pignorati?
» Giovani avvocati: fino a tremila euro per master e titoli
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimità non serve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF