Sei in: Home » Articoli

L'aspra conflittualità tra i coniugi non esclude l'affidamento condiviso dei figli.

divorzio figli separazione

a cura dell'Avv. Silvia Delcuratolo - Bari

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 7477/2014, ha stabilito che l'aspra conflittualità presente tra i coniugi non impedisce al giudice di disporre l'affidamento condiviso dei figli ad entrambi, a meno che detta conflittualità ponga in pericolo l'equilibrio e lo sviluppo psico-fisico dei figli, così pregiudicando il loro interesse.  

Nel caso in esame, il Tribunale, pronunciando la separazione dei coniugi, disponeva l'affidamento condiviso della figlia minore ad entrambi i genitori, domiciliandola presso la madre e regolamentando gli incontri fra la figlia e il padre.

Avverso tale decisione proponevano appello sia la moglie sia, in via incidentale, il marito, chiedendo entrambi l'affidamento esclusivo della figlia.
La Corte di Appello disponeva una diversa regolamentazione delle visite del padre, confermando per il resto ogni altra statuizione della sentenza del Tribunale.
Infatti, secondo la Corte di Appello, i conflitti fra i genitori non erano ostativi alla conferma dell'affidamento condiviso, con domiciliazione della figlia presso la madre.

La vicenda è giunta fino in Cassazione, che ha ritenuto corretto l'affidamento condiviso della minore ad entrambi i genitori, con domiciliazione presso la madre.
Infatti, secondo la Cassazione, un affidamento esclusivo, a favore della madre o del padre, con le conseguenti ripercussioni sul piano dell'esercizio della potestà, non garantirebbe un decantare della litigiosità tra i coniugi, né per la minore un avvenire migliore.
Invero, il provvedimento di affidamento dei figli deve essere adottato con riferimento all'interesse esclusivo dei medesimi.
Pertanto, secondo la Cassazione, il comportamento di un genitore nei confronti dell'altro è di per se stesso privo di rilievo ai fini della statuizione relativa all'affidamento condiviso, ancorché sintomatico di aspra conflittualità, ove non risulti che detta conflittualità ponga in serio pericolo l'equilibrio e lo sviluppo psico-fisico dei figli, in maniera tale da pregiudicare il loro interesse.

Avv. Silvia DelcuratoloAvvocato civilista e matrimonialista Silvia Delcuratolo
Studio legale Verdebello - Delcuratolo
Via Don Luigi Guanella, 15/G - 70124 Bari - fax 080.5023763 - Mobile: 333.1790189
Sito internet: www.studiolegaleverdel.it - E-mail: silvia.delcuratolo@libero.it
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/04/2014 - Avv. Silvia Delcuratolo)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF