Sei in: Home » Articoli

Ministero del Lavoro: applicabilità della sanzione per mancata vidimazione del registro infortuni

lavoro infortunio appalto costruzione

Il Ministero del Lavoro, in data 27 marzo 2014, risponde all'interpello n. 9/2014 avanzato dal Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro in merito all'applicabilità della sanzione per mancata vidimazione del registro infortuni a seguito dell'entrata in vigore del D.Lgs. n. 81 del 2008.

La Commissione - si legge nella risposta del Dicastero - ritiene che in attesa dell'emanazione del nuovo decreto interministeriale di cui all'art. 8, comma 4 del D.Lgs. 81/2008, istitutivo del Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione (SINP), sono soggette alla tenuta del registro infortuni tutte le aziende che ricadono nella sfera di applicazione dello stesso.

Infatti solo l'istituzione del SINP, che disciplinerà le modalità di comunicazione degli infortuni, farà venir meno le disposizioni relative al registro infortuni e le relative disposizioni sanzionatorie.  

La mancata tenuta o vidimazione del registro infortortuni - ricorda il Ministero - comporta per il datore di lavoro l'applicazione della sanzione amministrativa prevista dall'art. 89, comma 3 del D.Lgs. 626/1994.  

(30/03/2014 - L.S.)
Le più lette:
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Fermo amministrativo: la giurisdizione
» Obbligare la moglie a discutere è reato
In evidenza oggi
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF