Sei in: Home » Articoli

BRICIOLE DI DIRITTO: quarta settimana di Febbraio. Le prove dell'infedeltà coniugale; la prescrizione delle spese condominiali; le ingiurie ai vicini; l'abitazione dell'evasore

briciole martello giustizia
BRICIOLE DI DIRITTO: aggiornamenti flash sulle novità giurisprudenziali della settimana
A cura dell'Avv. Barbara Pirelli
Qui di seguito 39 sentenze.

Questa settimana: l'infedeltà del marito può essere dimostrata attraverso foto equivoche che conservava in cassaforte; commette il reato di "atti osceni in luogo pubblico" chi compie atti sessuali nel bagno di un autogrill;il conduttore paga i canoni di locazione finché non consegna le chiavi.
E ancora: cosa accade al coniuge che ostacola il diritto dell'altro di vedere i figli? Immissione di prodotti pericolosi sul mercato, chi è responsabile? In quanto tempo si prescrive il pagamento delle spese condominiali?



1. In un giudizio di dichiarazione giudiziale di paternità,un figlio può dimostrare il rapporto di filiazione con il padre,ormai deceduto,attraverso foto e dichiarazioni dei familiari del de cuius.
Corte di Cassazione sentenza n. 4175 del 21 febbraio 2014


2. Il marito che litiga con la ex moglie perché la stessa si rifiuta di fargli vedere il figlio non può essere condannato per i reati di ingiuria aggravata e minacce anche se l'uomo ubriaco rivolgeva improperi verso la moglie. E' stata riconosciuta l'esimente della provocazione perché le intemperanze verbali erano state la reazione dell'imputato all'indebito rifiuto della moglie di fargli vedere il figlio.
Corte di Cassazione sentenza n. 8431 del 21 febbraio 2014

3. La continua infedeltà del marito, scusata più volte dalla moglie, comporta,comunque, l'addebito della separazione  se determina una intollerabilità della convivenza.
Corte di Cassazione ordinanza n. 4305 del 24 febbraio 2014


4.Bisogna fare attenzione quando si litiga con i vicini.Una coppia di coniugi e' stata condannata per il reato di ingiuria( pagando una pena pecuniaria pari ad euro 500) per aver offeso un vicino di casa esprimendosi in questo modo: "È arrivato il napoletano che puzza di mer..." dice lei, e il marito mima una tarantella.
 Corte di Cassazione sentenza n. 8732 del 24 febbraio 2014

5. Il postino fannullone che falsifica le firme sulle raccomandate, facendo credere che il destinatario abbia ritirato la corrispondenza,  con lo scopo di concludere più velocemente il lavoro e' responsabile penalmente per aver prodotto un atto falso. Corte di Cassazione sentenza n. 8422 del 21 febbraio 2014

6. Una donna ,in sede di separazione, ha dimostrato  l'infedeltà del marito producendo foto e messaggi equivoci nascosti dallo stesso in una cassaforte.Inoltre, la moglie ha ottenuto anche un aumento dell'assegno di mantenimento  perché ha provato che lo stesso oltre allo stipendio percepiva redditi occulti.
Corte di Cassazione ordinanza . n. 4420 del 25.02.2014


7. L'abitazione dell'evasore fiscale può essere sottoposta a sequestro solo se si dimostra che la casa sia stata intestata in maniera  fittizia al coniuge.
Corte di Cassazione sentenza n. 8700 del 24 febbraio 2014

8. Non può essere applicato uno sconto di pena in caso di fatture false che abbiano l'ammontare dell'imposta evasa molto basso.
Ai reati tributari non si applica mai l'attenuante della speciale tenuità. 
La pena può essere diminuita solo nel caso di risarcimento dei danni.
Corte di Cassazione sentenza n. 8677 del 24 febbraio 2014

9. La cassazione ha accolto il ricorso di un automobilista al quale era stata sospesa la patente per sei mesi perché l'uomo, coinvolto in un sinistro stradale, si rifiutava di sottoporsi al prelievo ematico.I sanitari però non lo avevano informato che poteva farsi assistere da un difensore di fiducia.
Questo motivo non era stato accolto ne' in primo ne' in secondo grado; la Suprema Corte invece ha dato ragione all'automobilista.
Corte di Cassazione ordinanza n. 4405 del 24 febbraio 2014

10. Nel caso di ingresso o permanenza nel fondo altrui, il reato di violazione di domicilio viene assorbito nella fattispecie di esercizio arbitrario delle proprie ragioni.
Corte di Cassazione sentenza n. 8383 del 21 febbraio 2014

11.Se il marito versa alla moglie l'assegno di mantenimento in un'unica soluzione, in seguito ad una transazione tra le parti, l'assegno è deducibile dall'Irpef. 
Corte di Cassazione ordinanza n.4402 del 24 febbraio 2014

12.Il magistrato lumaca che per 24 mesi consecutivi non deposita nei tempi le minute di numerose sentenze,arrivando a raggiungere anche un ritardo di quattro anni,  perde un anno di anzianità nel calcolo pensionistico.
Cosi facendo viene meno ai propri doveri di diligenza e di laboriosità.
 Corte di Cassazione SS.UU. sentenza n. 4323 del 24 febbraio 2014

13. Se il coniuge beneficiario subisce un peggioramento delle condizioni economiche , con il divorzio può ottenere un assegno il cui importo può essere superiore a quello concordato in sede di separazione.L' entità dell'assegno concordato dai coniugi in sede di separazione ha valore soltanto indicativo.
Corte di Cassazione sentenza n. 1095 del 20 gennaio 2014


14.Perde il diritto all'indennità di maternità  , la donna che non comunica in maniera tempestiva, al proprio datore di lavoro e all'istituto previdenziale, la facoltà di astenersi dal lavoro.
 Corte di Cassazione ordinanza n. 4318 del 24 febbraio 2014

15. Se sul mercato vengono immessi prodotti pericolosi la responsabilità può ricadere su tutti gli operatori professionali del ciclo di commercializzazione. Tra i responsabili rientra anche il rivenditore che fornisce il prodotto al consumatore. 
Corte di Cassazione sentenza n. 8679 del 24 febbraio 2014

16.In tutta Italia le cancellerie e le segreterie giudiziarie devono restare aperte al pubblico per cinque ore nei giorni feriali.
Consiglio di Stato sentenza n. 798 del 20 febbraio 2014

17.Crisi coniugale.Il marito che cambia la serratura impedendo alla moglie di rientrare nell'abitazione commette il reato di "esercizio arbitrario delle proprie ragioni".
Corte di Cassazione sentenza n. 4137 del 29/01/2014.

18. La madre ostruzionista che impedisce il diritto di visita del padre con i figli può essere condannata a pagare una multa.
Il genitore affidatario ha il dovere morale e giuridico di promuovere attivamente e costantemente il riavvicinamento dei figli al genitore non affidatario.
Corte di Cassazione sentenza n.4176 del 21 febbraio 2014

19. La testimonianza del dipendente, in un procedimento penale a carico del proprio datore di lavoro, può non essere considerata attendibile in quanto il lavoratore essendo legato da rapporti contrattuali potrebbe rendere dichiarazioni compiacenti.
Corte di Cassazione sentenza n. 8378 del 21 febbraio 2014

20. Il conduttore che effettua delle riparazioni eccedenti la normale manutenzione ha diritto al rimborso delle spese solo se ha avvisato il locatore e, nell'inerzia di questi, ha provveduto direttamente ai lavori.
Corte di Cassazione sentenza n. 4064 del 20 febbraio 2014

21. Commette il reato di "atti osceni in luogo pubblico" chi nel bagno di un autogrill compie atti sessuali( cioè non solo la consumazione di un rapporto ma anche atti di autoerotismo). Il bagno e', infatti, un luogo aperto al pubblico e chiunque può accedervi per effettuare i controlli o le pulizie.
Corte di Cassazione sentenza n. 7769 del 19 febbraio 2014.

22. E' pienamente valida la multa elevata per violazione ad una norma del codice della strada anche se nel verbale notificato al conducente, manca completamente l'indicazione del massimo e del minimo della sanzione da comminare. 
L'importante è' che sia indicato l'importo da pagare.
Corte di Cassazione sentenza n. 4575/2014.

23.E' legittimo utilizzare in un processo le prove impiegate in indagini diverse anche se intervenute dopo la scadenza del termine massimo di durata delle indagini preliminari. 
Corte di Cassazione sentenza n. 7055 del 13 febbraio 2014

24. Danno da cose in custodia ( art. 2051 c.c.).Se una persona cade nell'androne del palazzo deve,comunque, provare il nesso causale tra la cosa in custodia ed il danno.Il custode, invece, deve dimostrare il,caso fortuito cioè un fatto estraneo alla sua sfera di custodia.
Corte di Cassazione sentenza n. 4277 del 24 febbraio 2014

25. Contratto di appalto. Se è necessario eseguire dei lavori in più ,a causa di difficoltà impreviste ,nel c.d. "contratto di appalto a forfait" può essere escluso il diritto dell'appaltatore a percepire un ulteriore compenso.
 Corte di Cassazione sentenza  n. 4198 del 21 febbraio 2014

26.Bisogna guidare con prudenza. Se una moto che viaggia contromano causa un incidente anche il conducente dell'altro mezzo coinvolto può essere responsabile se l'evento rientra nel limite della prevedibilità .
 Corte di Cassazione sentenza  n. 8090 del 20 febbraio 2014

27.Il giudice può disporre l'affidamento del minore ai servizi sociali anche senza l'ascolto del minore.L'affidamento ai servizi sociali,infatti, non si pone in antagonismo con il ruolo genitoriale ma è inteso a supportarlo. Lo scopo e' quello  di ridare al minore quell'equilibrio psicologico ed emozionale compromesso dalla conflittualità familiare.
Corte Cassazione sentenza n. 4413 del 25 febbraio 2014

28. Secondo il codice di procedura civile il corrispettivo dell'avvocato si determina in base all'oggetto della domanda. Quando ciò non sia possibile si può prendere come riferimento la sentenza di condanna.
 Corte di Cassazione sentenza 4488 del 25 febbraio 2014

29. In un rapporto d'amore violento, anche se la vittima ha la possibilità di fuggire ma le viene comunque limitata la libertà fisica di movimento, può configurarsi, in capo al partner violento ,il reato di sequestro di persona.
Corte di Cassazione sentenza n. 7962/2014

30. La madre e' tenuta a mantenere il figlio anche se "fuori corso" negli studi e che vive con il padre precario. L'indipendenza economica di un figlio viene meno se ha un reddito corrispondente alla professionalità acquisita oppure volutamente si sottrae allo svolgimento di attività lavorativa adeguata.
 Corte di Cassazione ordinanza  n. 4534 del 26 febbraio 2014

31. I verbali delle intercettazioni degli indagati- imputati sono validi anche se redatti in word e non sono in formato pdf.
Il documento informatico ha valore nell'ordinamento giuridico dopo l'approvazione del codice dell'amministrazione digitale e il recepimento della convenzione di Budapest sui reati informatici
Corte di Cassazione sentenza 8442 del 21 febbraio 2014

32. Le dichiarazioni rese dalle parti ai vigili urbani anche se, inserite in un atto pubblico, non sono coperte da fede privilegiata.
Pertanto il giudice di merito può valutarle non attendibili.
Si può provare con ogni mezzo, anche di natura presuntiva, l'inesattezza o la non corrispondenza al vero delle dichiarazioni.
Corte  di Cassazione sentenza  n. 4208 del 21 febbraio 2014

33. La casa coniugale viene assegnata al marito se la ex moglie non la abita stabilmente con i figli. Se al momento della separazione la moglie vive altrove con i figli perde il diritto all'assegnazione.
Corte di Cassazione sentenza n. 4537 del 26 febbraio 2014

34. Il giudice può disporre che il risarcimento agli eredi,per la morte di un parente in seguito a sinistro stradale,può essere calcolato sulla base dei danni riportati sul mezzo.
La dinamica del sinistro e' stata ricostruita attraverso i danni al mezzo e non attraverso le dichiarazioni dei parenti.
Corte di Cassazione sentenza n. 4073 del 20 febbraio 2014

35. Se il coniuge intraprende una "convivenza more uxorio" in maniera stabile,dando vita ad una nuova famiglia,può essere disposta la revoca o anche la sospensione dell'assegno divorzile.
Corte di Cassazione ordinanza n. 4539 del 26 febbraio 2014

36. Il verbale di conciliazione giudiziale tra le parti e' un titolo contrattuale esecutivo ai sensi dell'art. 474, n. 3 c.p.c. mentre non può avere gli effetti esecutivi di una sentenza passata in giudicato. 
Corte di Cassazione sentenza n. 4564 del 26 febbraio 2014

37. E' di cinque anni la prescrizione per il pagamento delle spese condominiali; la prescrizione decorre dall'approvazione del rendiconto.  L'amministratore può proporre azione giurisdizionale anche senza il raggiungimento del quorum per l'approvazione della delibera che è annullabile e non nulla.
Corte di Cassazione sentenza n. 4489 del 25 febbraio 2014

38. Il conduttore, finché non consegna le chiavi di casa al locatore, e' tenuto a pagare i canoni di locazione. Questa regola vale anche se ha già lasciato l'immobile dandone comunicazione per telefono o per lettera; inoltre, vale sempre la stessa regola anche se l'appartamento sia divenuto fatiscente o sia crollato il tetto.
Corte di Cassazione sentenza n. 4563/2014 

39. "L'uomo mammone" che sposa la moglie solo per riparare allo stato di gravidanza della stessa ottiene la nullità del matrimonio dai giudici ecclesiastici.
La Cassazione ribalta il verdetto ritenendo prevalente e provata la buona fede della donna.
Corte di Cassazione sentenza n. 4387/ 2014








Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/03/2014 - Briciole di diritto)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF