Sei in: Home » Articoli

Cassazione Tributaria n. 4823 del 28.2.2014, Est. CHINDEMI - L'Agenzia delle Entrate può RETTIFICARE l'avviso di liquidazione privo di SOTTOSCRIZIONE

agenzia delle entrate fisco
L'Angolo Tributario di Ilaria Corridoni - In questa quarta puntata dell'appuntanento fisso con il diritto tributario Law In Action rivolge l'attenzione ad una recentissima pronuncia del S.C., Cass. 4823/2014.
Con sentenza n. 4823 depositata in data 28 febbraio 2014 la Corte di Cassazione, presieduta da Antonio MERONE, autore il prestigioso e poliedrico Domenico CHINDEMI, ha respinto il ricorso del contribuente in relazione all'art. 360, numero 3, c.p.c., ricorso con cui si rilevava l'illegittimità dell'avviso di liquidazione relativo all'imposta di registro; l'Ufficio aveva operato la reiterazione di tale avviso e ciò, stando al ricorrente, non era giustificato da elementi conosciuti o emersi successivamente: la nuova emissione mirava esclusivamente allo scopo di correggere a posteriori il vizio formale del difetto di sottoscrizione del precedente avviso di liquidazione. La risposta del Supremo Collegio è stata, però, negativa: nel termine triennale - stando al responso degli Ermellini di Piazza Cavour - l'Ufficio può eseguire tale rettifica ancorché l'atto di liquidazione sia identico al precedente e rechi lo stesso numero di protocollo.
La pronuncia della Suprema Corte conferma in tale maniera la sentenza emessa il 30 gennaio 2007 dalla Sez. Dist. di Latina della Commissione Tributaria Regionale, emanata in riforma del verdetto della Commissione Tributaria Provinciale della città laziale.
In mancanza di una norma ostativa, tale rinnovazione è consentita pur in pendenza di giudizio sul primo atto.
Si tratta dell'esercizio del potere generale di autotutela come confermano due precedenti di studio e di giurisprudenza che vengono menzionati dall'illustre Relatore, protagonista di importanti iniziative convegnistiche: Cass. 2531/2002 e Cass. 19064/2003.
L'Autrice, master tributario e particolarmente esperta nel campo fiscale, è avvocato del Foro di Macerata, patrocinante avanti alle Magistrature Superiori
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/03/2014 - Law In Action - di P. Storani)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Papa: ci vuole un "grande coraggio" oggi per sposarsi
In evidenza oggi.
Charlie Hebdo: esercizio del diritto di satira o lesione della dignità delle vittime?
Alcune considerazioni di Gino M.D. Arnone relative al macabro accostamento pietanze-morti sono tuttora valide dopo l'ennesima, ripugnante vignetta del settimanale satirico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF