Sei in: Home » Articoli

Il rapporto tra nonni e nipoti minorenni (nati da genitori sposati o conviventi) in base al nuovo art. 317-bis del codice civile in vigore dal 07/02/2014

sentenza martello giustizia
Avv. Silvia Delcuratolo
E-mail: silvia.delcuratolo@libero.it
Il nuovo art. 317-bis c.c., rubricato “rapporti con gli ascendenti” e introdotto dal D. Lgs. n. 154/2013in vigore dal 7 febbraio 2014, disciplina per la prima volta in modo espresso i rapporti tra i nonni e i nipoti, sancendo i diritti dei nonni.

Infatti, secondo detto articolo “Gli ascendenti hanno diritto di mantenere rapporti significativi con i nipoti minorenni. L'ascendente al quale è impedito l'esercizio di tale diritto può ricorrere al giudice del luogo di residenza abituale del minore affinché siano adottati i provvedimenti più idonei nell'esclusivo interesse del minore. (...)“.

Si noti che la nuova norma, in linea con il contenuto del suddetto decreto, è applicabile sia ai nipoti nati da genitori sposati sia a quelli nati da genitori conviventi.
La competenza per la procedura giudiziaria finalizzata a tutelare tale rapporto parentale è attribuita al tribunale per i minorenni di residenza abituale del minore.

I nonni, invero, possono, proponendo un ricorso, chiedere a detto tribunale di sancire i provvedimenti più opportuni nell'interesse dei nipoti ed esercitare, così, i propri diritti di nonni.

Altri parenti, quali ad esempio gli zii, non sembrano però, alla luce della nuova normativa, ricevere alcuna tutela del loro rapporto con i nipoti.
Avv. Silvia DelcuratoloAvvocato civilista e matrimonialista Silvia Delcuratolo
Studio legale Verdebello - Delcuratolo
Via Don Luigi Guanella, 15/G - 70124 Bari - fax 080.5023763 - Mobile: 333.1790189
Sito internet: www.studiolegaleverdel.it - E-mail: silvia.delcuratolo@libero.it
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(20/02/2014 - Avv. Silvia Delcuratolo)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Milleproroghe: le misure per gli avvocati
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
In evidenza oggi.
Falsi certificati di malattia: carcere e multe fino a 1.600 euro anche per il medico
Avvocati: nullità della notifica dell'atto di appello eseguita nei confronti del difensore non più iscritto all'albo
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF