Sei in: Home » Articoli

Cassazione: definizione di accettazione e perfezionamento di patto transattivo

cassazione id0

di Licia Albertazzi - Corte di Cassazione Civile, sezione terza, sentenza n. 1770 del 28 Gennaio 2014. Può una proposta transattiva essere accettata attraverso la proposizione di ricorso per decreto ingiuntivo, volto a recuperare la somma pattuita entro la transazione stessa? La norma regolatrice della fattispecie è l'art. 1376 cod. civ., la quale determina il momento del trasferimento della proprietà o di una cosa determinata per effetto del contratto: “la proprietà o il diritto si trasmettono e si acquistano per effetto del consenso delle parti legittimamente manifestato”. Nel caso di specie una società straniera con sede in Italia, in causa con un'altra società, contesta il perfezionamento di una transazione la quale, per interpretazione di controparte, sarebbe avvenuta proprio attraverso la promozione di causa di ingiunzione di pagamento (al fine di recuperare proprio la somma oggetto della transazione).


La Suprema Corte, nel dirimere la controversia, procede a una ricostruzione dei fatti e interpretazione degli atti in oggetto. Il principio di diritto enunciato è il seguente: “la presentazione di un ricorso per ingiunzione o comunque di un atto processuale contenente la domanda giudiziale di adempimento di un contratto non può concretare o tenere luogo dell'accettazione della proposta riferita a quel contratto”. La conclusione della Corte alla domanda iniziale è dunque in senso negativo. Infatti, nonostante il dettato normativo – salvo i casi previsti dalla legge – non imponga alle parti particolari forme per lo scambio di proposta e accettazione, “la natura e la funzione dell'accettazione comportano che essa non possa essere contenuta nell'atto introduttivo di un giudizio volto ad ottenere l'adempimento di quel contratto la cui accettazione si intende riferita”. In caso contrario, vi sarebbe violazione dell'art. 1376 cod. civ. La sentenza impugnata è dunque cassata con rinvio. La soluzione fornita dalla Suprema Corte è frutto di interpretazione normativa basata non soltanto in stretto riferimento agli articoli codicistici, quanto interpretando gli stessi unitamente ai principi generali dell'intero ordinamento civile.


Vai al testo della sentenza 1770/2014
(03/02/2014 - Avv.Licia Albertazzi)
Le più lette:
» Il contratto di locazione - contenuto e forma. Con fac-simile
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
» Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
» Auto: dal 2018 con il documento unico per chi non paga il bollo radiazione sicura
In evidenza oggi
Avvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesaAvvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesa
Divorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al meseDivorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al mese
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF