Sei in: Home » Articoli

Doping in palestra

La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione, con ordinanza n. 11277/02 ha stabilito che non è perseguibile penalmente chi spaccia sostanze dopanti nelle palestre, quando tale comportamento non è finalizzaro ad alterare le gare degli sportivi. La Corte ha infatti affermato che, in base all?interpretazione letterale dell?art. 9 L. 376/00, il commmercio e la somministrazione delle sostanze cd. ?dopanti? è punibile penalmente soltanto quando sussiste la finalità specifica di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti o quando è tale da modificare i risultate dei controlli sull?uso di questi farmaci o sostanze.
(15/04/2002 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Inammissibile il ricorso? Cassazione condanna il difensore in proprio al pagamento delle spese legali
» È lecito girare nudi per casa?
» Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
» Per amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratis
» Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
In evidenza oggi
Vitalizi parlamentari: verso l'addioVitalizi parlamentari: verso l'addio
Come si redige il ricorso? Il giudizio di cassazione non è utilizzabile per la ricostruzione probatoria dei fatti!Come si redige il ricorso? Il giudizio di cassazione non è utilizzabile per la ricostruzione probatoria dei fatti!
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF