Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Il 'si tocchi' detto dal medico non e' reato

Il 'si tocchi' detto dal medico alla paziente che deve sottoporsi ad un'ecografia delicata non costituisce reato. Lo ha stabilito la Cassazione che, allineandosi alla decisione dei giudici di merito, ha riconosciuto ''una certa valenza scientifica'' alle ''manovre di autostimolazione clitoridea'' richieste dal medico alla paziente per avere una ecografia piu' nitida. Per quanto si tratti di una ''manovra non abituale'', la Suprema Corte ha riconosciuto che fu ''corretta'' e ''adeguata'' la decisione della Corte d'appello poiche' la pratica serve ''per favorire l'afflusso al sangue all'organo o tessuto da controllare ecograficamente''. A sollevare la questione in Cassazione, il Procuratore generale presso la Corte d'appello di Firenze che riteneva ''inutili'' e ''pretestuosi'' ai fini diagnostici le manovre di autostimolazione clitoridea richieste dal medico, Fausto L., specialista endocrinologo presso l'ospedale 'Le Scotte' di Siena, alla paziente Roberta T.. In effetti, il medico, per aver suggerito alla signora di ''toccarsi'', era stato accusato per i reati di tentata e consumata violenza per ''interferenze illecite nella vita privata''(Tribunale di Siena, sentenza del giugno 2001). Decisione corretta dalla Corte d'appello di Firenze che, nell'ottobre del 2002, aveva dichiarato di non doversi procedere verso lo specialista per 'remissione di querela''.
(28/01/2004 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» Trasferimento ex legge 104: l'istanza di cambio incarico non pu˛ essere trascurata dall'amministrazione
» Caregiver: in arrivo fino a 1.900 euro per chi assiste un familiare disabile
» Assicurazione avvocati: al via il countdown per l'obbligo di polizza
» Codice della strada: al via le multe europee
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
In evidenza oggi
Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal clienteTelefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
Avvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un erroreAvvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un errore
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF