Sei in: Home » Articoli

Cassazione: paziente ha diritto ad essere informato delle carenze strutturali

Medici in sala operatoria

Dott. Emanuele Mascolo - uno degli elementi fondamentali del consenso informato è costituito dall'informazione sulle dotazioni strutturali della struttura sanitaria.

di recente la corte di cassazione si è occupata del caso di una gestante a cui i medici non avevano dato informazioni in merito alle carenze strutturali della struttura ospedaliera in cui avrebbe dovuto partorire.

La Surpema Corte con Sentenza n. 25907/2013, ha stabilito che tale carenza di informazione da diritto  alla gestante ad ottenere il risarcimento del danno.

Vale la pena ricordare che se manca il consenso informato o se questo non risulta sufficiente (come nel caso affrontato dalla suprema corte) deve considerarsi violato il diritto all'autodeterminazione del paziente ed è per questo, e anche a prescindere dall'accertamento di una colpa medica specifica,  il risarcimento del danno deve essere comunque riconosciuto.

non è questa l'unica volta in cui la suprema corte ha ricordato ai medici l'importanza di dare adeguate informazioni sulle dotazioni della struttura sanitaria.

Già nel 2004 la stessa cortecon la sentenza numero 14638 della terza sezione civile aveva scritto che,  in relazione al consenso informato, l'obbligo d'informazione "si estende allo stato d'efficienza e al livello di dotazioni della struttura sanitaria in cui il medico presta la propria attività".

Quella volta la Corte  chiarì anche che "in ogni caso, perché l'inadempimento dell'obbligo d'informazione dia luogo a risarcimento, occorre che sussista un rapporto di casualità tra l'intervento chirurgico e l'aggravamento delle condizioni del paziente o l'insorgenza di nuove patologie".


(16/12/2013 - Emanuele Mascolo)
Le più lette:
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
» Addio compenso per l'avvocato poco accorto
» Drogometro: al via in tutta Italia
» Responsabilità magistrati: il cittadino può agire direttamente per chiedere i danni
In evidenza oggi
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF