Sei in: Home » Articoli

Il diritto di accesso civico

sentenza bilancia giudice avvocato cassazione martello
di Gilda Summaria -
Con il D.lgs  n. 33/2013 (sugli obblighi di  trasparenza delle PA), esattamente all' art. 5,  si è riconosciuto un diritto di accesso agli atti delle Amministrazioni pubbliche di portata più ampia e di  più ampio respiro. 
Il c.d. diritto di “accesso civico”, non è ancora relativo alla totalitá dei documenti frutto di attivitá amministrativa di un ente , ma solo a quelli per cui  sia previsto dalla legge l'obbligo di pubblicazione,  ancora non si profila  un obbligo di totale trasparenza  amministrativa, ma ogni consociato può vigilare sull'effettiva pubblicazione dei dati da parte delle PA, solo e se prevista dall'ordinamento, ogni cittadino avrá  perciò il diritto di richiamare le amministrazioni pubbliche al rispetto degli obblighi in materia di trasparenza, con la possibilità di richiedere la pubblicazione di atti, documenti e informazioni che i singoli enti pubblici detengono e non ancora accessibili.
La  novitá più pregnante è che tale diritto spetta a chiunque, senza alcuna dimostrazione  di uno specifico interesse in merito a tale accesso, a differenza del diritto d'accesso ex art. 22 L. 241/1990, concesso  solo a chi abbia  “un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento per il  quale  si richiede l'accesso” – ed a chi è parte di un procedimento amministrativo.
Il nuovo art. 5  non prevede che la richiesta di accesso debba essere motivata.
L' altra novità è che questo "nuovo diritto di accesso" non riguarda solo i documenti, ma anche informazioni o dati, a differenza di ciò che è accaduto sino ad ora, infatti,per  giurisprudenza costante  – il diritto d'accesso “tradizionale” si può esercitare solo su documenti esistenti, e non può comportare la raccolta e l'elaborazione di dati.
Al contrario, con una portata innovativa non di secondo piano, Il diritto d'accesso civico si allarga ad informazioni e dati, anche se gli stessi non sono stati ancora trasfusi in un documento, quindi, l'amministrazione avrá un obbligo di "facere" – sempre che, come  già detto, per essi sia previsto dalla legge un obbligo di pubblicazione.
Il richiedente dinnanzi ad un diniego di accesso od anche ad un'inerzia protratta per almeno trenta giorni potrá: rivolgersi al funzionario gerarchicamente sovraordinato (attivando il c.d. potere sostitutivo), il quale ha il potere di sostituirsi a quello che non provvede o adire, con la forma del ricorso,  il  Giudice Amministrativo ( rimedio già previsto per il diritto d'accesso ex art. 22 L.241/90).
Affinchè la norma entri a pieno regime andrà  necessariamente individuato il responsabile della trasparenza  di ciascuna amministrazione (ex art. 5  c. II D.lgs 33/2013) il quale  dovrebbe a sua volta coincidere, con il responsabile per la prevenzione della corruzione, di cui all'art.1 legge n. 190/2012 (ex art.  43). 
Se il responsabile "de quo"  non sia stato ancora nominato, in virtù del fatto che il diritto di accesso civico è un rimedio alla mancata e doverosa  pubblicazione di documenti, parrebbe plausibile indirizzare la richiesta ai vari dirigenti responsabili degli uffici dell'amministrazione interessata (art. 43, comma 3).

Avv. Gilda Summaria - Altri articoli di Gilda Summaria
Mail:gildasummaria1@virgilio.it - Legalmail: avvgildasummaria@pec.giuffre.it
(01/11/2013 - Gilda Summaria)
Le più lette:
» Il contratto di locazione - contenuto e forma. Con fac-simile
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
» Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
» Fumare in spiaggia: multe fino a 300 euro per chi butta i mozziconi
In evidenza oggi
Vaccini: 75mila firme per la petizione contro il decretoVaccini: 75mila firme per la petizione contro il decreto
Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studioAvvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF