Sei in: Home » Articoli

Pubblicato nel sito del Governo il Dossier sulla Legge di StabilitÓ 2014. In allegato il testo della Legge

tagli soldi euro crisi sprechi
La legge di stabilitÓ 2014 messa a punto dal Governo Italiano ha il dichiarato obiettivo di ridurre il carico fiscale sulle famiglie ed incentivare l'occupazione.
Non sono mancate per˛ contestazioni e polemiche soprattutto per la inidoneitÓ delle nuove misure a risolvere i problemi economici degli italiani.
Ci˛ che Ŕ stato messo in evidenza Ŕ proprio la particolare debolezza degli interventi.
Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato una serie di articoli con delle rassegne stampa per evidenziare le diverse opinioni espresse nei principali quotidiani.
Per chi desidera conoscere maggiori dettagli sulla legge di stabilitÓ Ŕ ora possibile fare riferimento a un dossier che il governo ha pubblicato nel proprio sito istituzionale.

Il governo spiega che la legge di stabilitÓ 2014 prevede una serie di interventi che sono stati suddivisi in cinque blocchi:

1) interventi per persone, famiglie, societÓ

La legge prevede alcuni alleggerimenti fiscali per i lavoratori con reddito basso, e altre misure di sussidio per fasce svantaggiate, tra cui la destinazione del 5x1000 ad associazioni di volontariato, no profit e di ricerca. Si prevede anche il potenziamento dell'azione della Protezione Civile e un maggior aiuto alle UniversitÓ.

2) interventi per le imprese

Anche nei confronti delle imprese, il primo incentivo riguarda la materia fiscale, con la diminuzione dell'IRPEF sulle nuove assunzioni e un blocco anche all'aumento dell'IVA. Sono peraltro previsti finanziamenti diretti, grazie al fondo europeo e ad un incremento del Fondo di Garanzia.

3) investimenti

In materia di investimenti diretti, vengono precisati alcuni interventi da eseguire a livello infrastrutturale. Si parla infatti di fondi destinati all'ANAS, al MOSE di Venezia, ovvero il sistema di drenaggio e controllo dell'acqua alta, alla ultimazione della Salerno-Reggio Calabria ed alla ricostruzione della cittÓ de L'Aquila. Inoltre si rivedono alcuni aspetti del Patto di StabilitÓ con i Comuni e si prevedono anche opere di manutenzione straordinaria per ferrovie e autostrade.

4) la nuova service tax

La revisione della cosiddetta "service tax", ovvero la tassa sui servizi che nello specifico sono i rifiuti e la casa, riguarda soprattutto il passaggio della competenza di riscossione e gestione dallo Stato ai Comuni, in linea con gli standard europei.

5) il cofinanziamento dei fondi strutturali europei 2014-2020

Si tratta di una ripartizione dei fondi europei che sono finalizzati soprattutto alla coesione territoriale; vengono previsti quindi interventi a favore del mezzogiorno soprattutto a livello infrastrutturale.

Nel complesso, la legge di StabilitÓ prevede un insieme di interventi per un totale di 27,3 miliardi di euro, spalmati nei tre anni, di cui 11,6 nel prossimo anno. Questa cifra Ŕ suddivisa principalmente tra sgravi fiscali, investimenti e interventi a favore di fasce svantaggiate.
Vedi anche le ultime notizie dal websulla legge di stabilitÓ (da una ricerca su Google News con le parole "Legge StabilitÓ):
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/11/2013 - A.V.)
Le pi¨ lette:
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: redditi sempre pi¨ bassi, Ŕ allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF