Sei in: Home » Articoli

Cambia la composizione dei tribunali delle acque

Con D.L. 24 dicembre 2003, n. 354 sono state emante disposizioni urgenti per il funzionamento dei tribunali delle acque e per l'amministrazione della giustizia. Il provvedimento si è reso necessario in seguito all'esito delle declaratorie di illegittimità costituzionale di cui alle sentenze della Corte costituzionale numeri 305 e 353 del 2002 sulla composizione dei tribunali regionali e del Tribunale superiore delle acque pubbliche e in attesa della complessiva riforma della disciplina concernente il governo delle acque pubbliche e degli impianti elettrici, che attualmente risale al testo unico approvato con R.D. 11 dicembre 1933, n. 1775; I Tribunali regionali dal 1° gennaio 2004 saranno costituiti da una sezione ordinaria della Corte di appello designata dal presidente, integrata con tre esperti, iscritti nell'albo degli ingegneri e nominati con decreto del Ministro della giustizia in conformità alla deliberazione del Consiglio superiore della magistratura adottata su proposta del presidente della Corte di appello. Il provvedimento interviene inoltre a prorogare sino al 31 dicembre 2004 l'incarico dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari prossimi alla scadenza.

(D.L. 24/12/2003, n.354, G.U. 29/12/2003, 300)

(News pubblicata su autorizzazione di www.leggiditalia.it)
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(01/01/2004 - www.leggiditalia.it)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF