Sei in: Home » Articoli

Permesso di costruire: il silenzio-assenso non opera in presenza di “vincoli” alla cui tutela è preposto un soggetto diverso dal Comune

insidia cantiere lavoro strada
di Luigi Del Giudice - Tribunale Amministrativo Regionale Lombardia. Sentenza 28/06/2013
L'art. 20 del DPR 380/2001, come modificato per effetto del decreto legge 70/2011 convertito con legge 106/2011, prevede, che – in presenza di determinati presupposti – la domanda di permesso di costruire possa reputarsi accolta attraverso il meccanismo del c.d. silenzio assenso.
Nel caso di specie, tuttavia, l'istituto da ultimo indicato non è configurabile, ostandovi la previsione del citato art. 20, comma 10°, che esclude l'operatività del silenzio assenso qualora l'immobile oggetto dell'intervento sia sottoposto ad un vincolo la cui tutela non spetta all'amministrazione comunale.
Ciò premesso, vista l'esistenza di un vincolo alla cui tutela è preposto un soggetto diverso dal Comune, soggetto che ha peraltro espresso parere negativo all'intervento edilizio, non può in alcun modo reputarsi formato il silenzio assenso, come invece sostenuto dalle ricorrenti.
Luigi Del Giudice
www.polizialocaleweb.com
(05/07/2013 - Luigi Del Giudice)
Le più lette:
» La querela di falso
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
In evidenza oggi
Multe stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartellaMulte stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartella
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF