Sei in: Home » Articoli

Permesso di costruire: il silenzio-assenso non opera in presenza di “vincoli” alla cui tutela è preposto un soggetto diverso dal Comune

insidia cantiere lavoro strada
di Luigi Del Giudice - Tribunale Amministrativo Regionale Lombardia. Sentenza 28/06/2013
L'art. 20 del DPR 380/2001, come modificato per effetto del decreto legge 70/2011 convertito con legge 106/2011, prevede, che – in presenza di determinati presupposti – la domanda di permesso di costruire possa reputarsi accolta attraverso il meccanismo del c.d. silenzio assenso.
Nel caso di specie, tuttavia, l'istituto da ultimo indicato non è configurabile, ostandovi la previsione del citato art. 20, comma 10°, che esclude l'operatività del silenzio assenso qualora l'immobile oggetto dell'intervento sia sottoposto ad un vincolo la cui tutela non spetta all'amministrazione comunale.
Ciò premesso, vista l'esistenza di un vincolo alla cui tutela è preposto un soggetto diverso dal Comune, soggetto che ha peraltro espresso parere negativo all'intervento edilizio, non può in alcun modo reputarsi formato il silenzio assenso, come invece sostenuto dalle ricorrenti.
Luigi Del Giudice
www.polizialocaleweb.com
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/07/2013 - Luigi Del Giudice)
Le più lette:
» Avvocati: la pennichella può aiutare a vincere le cause
» Telecamere negli ospizi: approvata la prima legge regionale
» Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
» Biotestamento: arriva il diritto alla sedazione profonda?
» Commette reato per il praticante che si spaccia per avvocato
In evidenza oggi.
Debiti sospesi fino a un anno per chi è in difficoltà
Lavoro: la pausa caffè non è reato
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF