Sei in: Home » Articoli

Patrocinio a spese dello Stato: irrilevanza delle variazioni di reddito intervenute successivamente alla definizione del procedimento.

povero tasca crisi soldi

Avv. Matteo Mami - Patrocinio a spese dello Stato: irrilevanza delle variazioni di reddito intervenute successivamente alla definizione del procedimento.

Corte Suprema di Cassazione, Sezione Quarta Penale, sentenza 19.04.2013 n. 18195.

Avv. Matteo Marmi

Il Tribunale di Genova revocava un provvedimento di ammissione al Patrocinio a Spese dello Stato, per il sopraggiunto sforamento del tetto reddituale compatibile con il godimento del beneficio.

Il provvedimento di revoca faceva riferimento a redditi maturati nel corso dell'anno 2010, tuttavia il procedimento veniva definito con sentenza passata in giudicato del 08.03.2013, pertanto sorge il quesito in ordine alla rilevanza delle variazioni reddituali intervenute nell'anno 2010.

L'art. 79 comma 1 lett d) del D.P.R. n. 115/2002 pone a carico dell'istante l'obbligo “di comunicare, fino a che il procedimento non sia definito, le variazioni rilevanti dei limiti di reddito, verificatesi nell'anno precedente”.

Devono essere comunicate le variazioni di reddito che sono rilevanti ai fini del superamento dei limiti previsti per l'ammissione al beneficio, ed entro trenta giorni dalla scadenza di un anno dalla data di presentazione dell'istanza, o dalla precedente comunicazione di variazione.

E' pertanto previsto un sistema di comunicazioni che consenta all'autorità procedente di conoscere le condizioni economiche del soggetto ammesso al patrocinio, così da assicurare che il godimento del beneficio sia realmente legittimo.

Tale meccanismo cessa nel momento in cui il procedimento è definito.

La Suprema Corte precisa che continua a leggere


Articolo di Avv. Matteo Mami – maggio 2013
Sito: www.avvocatomatteomami.it
email: avvmatteomami@gmail.com
Tel. 388 890 5626
Avv. Matteo Marmi


Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(25/05/2013 - Avv. Matteo Mami)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF