Sei in: Home » Articoli

Cassazione: moglie in pensione? Riscatta diritto ad alimenti

Buone notizie per le ex mogli che vanno in pensione. Anche se con la separazione non ricevevano gli alimenti dall'ex, andando in pensione riscattano il diritto ad ottenerli. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che mette in chiaro come ''il coniuge separato senza colpa ha il diritto di ottenere dall'altro un assegno di mantenimento tendenzialmente idoneo ad assicurargli la conservazione del medesimo tenore di vita in costanza di matrimonio, con la conseguenza che, in forza di tale permanete solidarieta', il coniuge al quale non sia stato attribuito alcun assegno, qualora la sua situazione economica si sia deteriorata, puo' chiedere la corresponsione di un assegno rapportato al tenore di vita che avrebbe avuto ove la separazione non fosse intervenuta''. A beneficiare della pronuncia della Cassazione, Luigia C., una signora triestina che a distanza di dieci anni dalla separazione dall'ex marito, Diego L. ha rivendicato gli alimenti alla luce del sopraggiunto pensionamento che aveva ''peggiorato'' il suo reddito.
Diego L. dovra' quindi versare all'ex moglie pensionata 75 euro al mese come gia' avevano stabilito il Tribunale (maggio 2000) e la Corte di appello di Trieste, con sentenza del dicembre 2000. Invano Diego, separatosi dalla moglie nell'88, ha protestato in Cassazione sostenendo che l'ex aveva ''adeguati redditi propri''.
(02/12/2003 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c'Ŕ il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: Ŕ boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos'Ŕ e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Carta d'identitÓ elettronica: al via da oggiCarta d'identitÓ elettronica: al via da oggi
Contratti luce: se il consenso del cliente Ŕ "estorto" si torna al vecchio fornitoreContratti luce: se il consenso del cliente Ŕ "estorto" si torna al vecchio fornitore
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF