Sei in: Home » Articoli

Cassazione: operaio schiacciato da macchinario durante i lavori di manutenzione della strada ha diritto al risarcimento danni da rc auto

lavoratori edili id9490

di Licia Albertazzi - Corte di Cassazione Civile, sezione terza, sentenza n. 8086 del 3 Aprile 2013.

I criteri necessari ad integrare la fattispecie del danno da circolazione stradale, e dunque idonei ad attivare il rispettivo obbligo di risarcimento, sono contenuti nella normativa base del codice civile all'art. 2054. Il codice delle assicurazioni private integra poi tale normativa generale regolamentando nello specifico determinate situazioni. Gli elementi fondamentali che devono essere presenti affichè operi la suddetta normativa sono: la circolazione (che non implica solo movimento; è ritenuta circolazione anche la sosta del veicolo); il veicolo non deve essere a guida di rotaie; la strada deve essere pubblica. Se sono integrate queste tre condizioni allora operano le regole dell'rc auto.

Non rilevano dunque né la natura del mezzo posto su strada pubblica né le motivazioni che hanno spinto il veicolo al movimento: applicando la normativa codicistica, anche l'operaio schiacciato dal macchinario nel corso dei lavori di manutenzione del manto stradale ha diritto al risarcimento del danno da rc auto, a patto che l'evento sia avvenuto su via adibita a pubblico passaggio. In questo senso si è pronunciata la Suprema Corte nella sentenza in oggetto dissipando ogni possibile dubbio circa l'inquadramento giuridico di questa determinata fattispecie.

Vai al testo della sentenza 8086/2013
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(20/04/2013 - Licia Albertazzi)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF