Sei in: Home » Articoli

Debiti della PA: In arrivo sblocco 40 miliardi

euro
La risoluzione sull'aggiornamento del Def (Documento di Economia e Finanza) è stata approvata ieri dalla Camera dei Deputati. Questo vuol dire che verranno sbloccati i pagamenti dei debiti che la Pubblica Amministrazione deve alle imprese. Già da oggi, infatti, il Consiglio dei Ministri potrà procedere al varo del Decreto Legge che, nel giro di due anni, sbloccherà 40 miliardi di euro. Questa somma andrà alle imprese che hanno già effettuato forniture e servizi allo Stato. Gli enti locali potranno, per mezzo di questa manovra, liberarsi dai vincoli a cui erano costretti dal Patto di Stabilità.

Già due anni fa, il deputato irpino Angelo Antonio D'Agostino aveva lanciato l'allarme. All'epoca egli ricopriva l'incarico di Presidente dei Costruttori e avvertiva già la gravità del problema.

Secondo il deputato, si tratta di un passo importantissimo verso la risoluzione di una questione che aveva portato molte imprese al fallimento e tante altre a far fronte a difficoltà gravissime. Si tratta, in realtà, di un piccolo passo verso la risoluzione definitiva. L'intera somma dei crediti ammonta, infatti, a ben 90 miliardi di euro. Occorre sbloccarli nel più breve tempo possibile, al fine di evitare il tracollo finanziario di altre imprese e di garantire a tutti più lavoro.
Laura C.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/04/2013 - A.V.)
Le più lette:
» Il reato di violenza privata
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Niente stupro se la vittima dice basta ma non urla
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Biciclette: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanzaBiciclette: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
Se Equitalia sbaglia paga spese e danniSe Equitalia sbaglia paga spese e danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF