Sei in: Home » Articoli

Mediazione tributaria: dubbi di legittimità costituzionale

tasse commercialista
di Licia Albertazzi - Ordinanza Commissione Tributaria Provinciale di Perugia del 7 Febbraio 2013
L'istituto della mediazione tributaria obbligatoria – attivabile solo per opposizioni a cartelle esattoriali sino a 20.000 euro e solo nei confronti dell'Agenzia delle Entrate – trova fondamento nel decreto legge 98/2011, convertito in Legge 111/2011. Nel provvedimento in oggetto i giudici della Commissione Tributaria di Perugia hanno espresso le proprie perplessità ed evidenziato l'irragionevolezza della decisione che scaturirebbe da un'applicazione letterale della normativa sopra citata.

 

Tra i motivi di rinvio al vaglio della Corte Costituzionale, ritenuti rilevanti e non manifestamente infondati, la Commissione Tributaria evidenzia come la normativa in oggetto contrasterebbe con i principi costituzionali di cui all'art. 3 (uguaglianza: discriminazione di trattamento, applicabilità soltanto nei confronti dell'ente impositore Agenzia delle Entrate), 24 (diritto di difesa: sua limitazione sostanziale poiché il contribuente può rivolgersi al giudice di merito soltanto decorsi 90 giorni dal termine della mediazione, lasso temporale durante il quale è possibile che si perfezionino i titoli esecutivi dall'accertamento del mancato pagamento.

Incongruenza dei termini) e 25 (giudice naturale precostituito per legge). Da ciò deriverebbe l'irragionevolezza e l'illogicità di applicazione delle regole in oggetto. Mancherebbe altresì un organo terzo ed imparziale idoneo a mediare circa la controversia: nel caso in cui la procedura di mediazione venga attivata ci si dovrebbe rivolgere ad un soggetto che, sebbene dotato di un ufficio autonomo e separato, sarebbe comunque interno alla stessa Pubblica Amministrazione.
Vai al testo dell'ordinanza del 7 Febbraio 2013
(05/04/2013 - Avv.Licia Albertazzi)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Legge Gelli-Bianco: un quadro di sintesi della riforma della responsabilità medica
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Multa di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minoriMulta di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minori
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF