Sei in: Home » Articoli

Cassazione: ASL non consiglia centri specializzati, risarcisca

Le Asl sono obbligate a segnalare ai pazienti gravi i centri specializzati per ottenere le cure di cui necessitano. Se queste indicazioni non arrivano, sancisce la Corte di Cassazione, e il cittadino e' dovuto ricorrere a cure all'estero ha il diritto di essere rimborsato per le spese sostenute. Questo perche' ''e'' compito fondamentale ed ineludibile della stessa amministrazione - scrive piazza Cavour - indirizzare il cittadino affetto da grave patologia, non adeguatamente curabile in sede locale, presso i centri di alta o altissima specializzazione del settore, di cui essa e' certamente a conoscenza e con i quali e' in contatto, non essendo pensabile lasciarte all'assistito il compito di attivarsi per individuare delle strutture''. Sulla base di questo principio, la sezione Lavoro della Cassazione (sentenza 16535 redatta dal consigliere Giancarlo D'Agostino) ha accolto il ricorso di Adriana O., una signora di Lecce cui per ben due volte i giudici avevano negato il rimborso per le cure chemioterapiche che aveva dovuto sostenere per il marito affetto da neoplasia polmonare e curato in una clinica di Wiesbaden, in Germania.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/11/2003 - Adnkronos)
Le pių lette:
» Avvocati: redditi sempre pių bassi, č allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi pių cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non č vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF