Sei in: Home » Articoli

Convegno: Aisthesis, subliminalità e nuove tecnologie

Martedi 18 novembre 2003, alle ore 11.00 nella sede di via Masia 27, Como, il Prof. Elio Franzini, Ordinario di Estetica nella Facoltà di Filosofia dell?Università di Milano terrà una conferenza sul tema: "Aisthesis, subliminalità e nuove tecnologie: un approccio umanistico all'innovazione".
Presentazione:
L'estetica è la branca della filosofia che studia la conoscenza sensoriale (da "aisthesis", sensazione) o "bassa", contrapposta alla conoscenza noetica o intellettuale o "alta". Se a partire dal '700, con Baumgarten, l'estetica ha iniziato a identificarsi con il problema della conoscenza e del giudizio sulla bellezza, la parola ha dunque in origine un significato più ampio, che attiene a uno dei più antichi problemi della filosofia: l'interrogativo archetipico di come l'uomo possa conoscere e formare giudizi sulle cose. Di fronte allo sviluppo di nuove e sempre più sofisticate tecnologie di comunicazione, sorge spontanea la domanda se esse abbiano influenzato e influenzino, e in che modo, la conoscenza sensoriale dell'uomo e la sua percezione delle cose, domanda che ha fatto originare in Francia una nuova disciplina che prende il nome di mediologia.
Un approccio umanistico alle nuove tecnologie, contestuale all'approfondimento giuridico degli interessi in conflitto che da esse scaturiscono e alla ricerca delle regole più eque e efficienti per risolverli, impone di seguire l'invito di Tullio Ascarelli di tornare alle domande fondamentali e di chiederci come l?I&CT stia cambiando il nostro modo di conoscere la realtà, con ogni possibile conseguenza sul piano dell?ermeneutica. L?invito è esteso agli studenti e ai docenti interessati.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(14/11/2003 - Prof. Giorgio Zamperetti)
Le più lette:
» Avvocati: fino a mille euro per ogni figlio
» Quali beni non possono essere pignorati?
» Giovani avvocati: fino a tremila euro per master e titoli
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimità non serve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF