Sei in: Home » Articoli

Cassazione: rubare in Chiesa come rubare ai poveri.

ladro furto
di Barbara LG Sordi -
Chi di noi da bambino (ma anche da grande), guardando Robin Hood della Disney, non ha detestato lo sceriffo di Nottingham intento a requisire (o meglio sottrarre) a Fra' Tac i pochi soldi raccolti ler i poveri? Io moltissimo, e come me sono certa anche uno dei giudici della Sprema Corte.

Di fronte al ricorso di un uomo, Raffaele C., accusato e condannato dalla Corte d'appello di Trieste a quattro anni di reclusione e 800 euro di multa per aver sottratto dei soldi ad un parrocco di Udine, gli ermellini non hanno voluto sentire ragioni. Rubare in chiesa equivale a rubare ai poveri e pertanto la Cassazione sottolinea l'importanza di scoraggiare i furti e le truffe ai danni dei preti. Come si legge nella sentenza 3339/2013 della Seconda sezione penale rubare l'obolo destinato alla carit fa scattare immediatamente l'aggravante prevista dall'art. 61 c.p..

La tesi di merito a riguardo della sulla sussistenza delle aggravanti ha evidenziato come "le opere di carit rappresentano un 'servizio' tipico del ministero cattolico - come nel caso delle elemosine espressamente destinate dagli oblanti ai 'poveri della parrocchia' - sicche' modeste elargizioni a persone bisognose o indigenti, costituiscono, di fatto, una costante dell'attivita' dei parroci".

Ecco ora ci vorrebbero pi sentenze per rammentare anche ai nostri politici che le continue tasse sono un furto ai danni di noi poveri cittadini, senza che ci sia il tramite di preti o sacerdoti naturalmente.
Email barbaralgsordi@gmail.it
(26/01/2013 - Barbara LG Sordi)
Le pi lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c' il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos' e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Ogni causa  incerta... e l'avvocato non lavora mai gratisOgni causa incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
Il dictum della Cassazione:  reato mettere le corna in casa alla moglie!Il dictum della Cassazione: reato mettere le corna in casa alla moglie!
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF