Sei in: Home » Articoli

Cassazione: irrilevanti ai fini dell'addebito i ripetuti tradimenti se non si prova che sono stati la causa della crisi coniugale

violenza donne lite coniugi separazione maltrattamenti
Con la sentenza n. 23426/2012, la Corte di Cassazione torna sul tema del tradimento e dell'addebito della separazione, ricordando che grava sulla parte che richieda l'addebito della separazione all'altro coniuge, per l'inosservanza dell'obbligo di fedeltà, l'onere di provare la relativa condotta e la sua efficacia causale nel rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza, mentre, è onere di chi eccepisce l'inefficacia dei fatti posti a fondamento della domanda, e quindi dell'infedeltà nella determinazione dell'intollerabilità della convivenza, provare le circostanze su cui l'eccezione si fonda, vale a dire l'anteriorità della crisi matrimoniale all'accertata infedeltà.

In particolare, i giudici della prima sezione civile del Palazzaccio, confermando le precedenti decisioni in tema di prova dell'addebito della separazione (Cass., 14 febbraio 2012, n. 205 e Cass., 26 settembre 2011, n. 19606) hanno ritenuto illegittimo l'addebito a carico del marito per la rilevata insufficienza di prove a fondamento della «condotta deprecabile» attuata da lui: sono irrilevanti le numerose relazioni extraconiugali, da cui sono nati dei figli, l'abbandono del tetto coniugale e il disinteresse per la famiglia legittima.
Vai al testo della sentenza n. 23426/2012
(16/01/2013 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
» Avvocato madre: arriva il legittimo impedimento per legge
» Divorzio: scacco matto all'assegno per la ex
» Divorzio finto per pagare meno tasse: sono oltre 6mila
» Legge 104: nuove regole per chiedere i permessi
In evidenza oggi
Addio, Professore!Addio, Professore!
Separazioni online: le prime a VicenzaSeparazioni online: le prime a Vicenza
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo