Sei in: Home » Articoli

Buoni propositi per il 2013: risparmiare per pagare!

soldi euro crisi
di Barbara LG Sordi -
Lex & the City - pensieri leggeri politicamente (s)corretti - episodio 14
Caro Anno che verrà (lo so lo so non sei mica Babbo Natale, ma provar non costa nulla), prometto di risparmiare da subito così da poter essere tartassata dignitosamente per tutto il resto dell'anno.

Prometto che andrò anche a votare nella speranza che qualcuno di veramente lungimirante ci possa governare. Lungimirante non solo a livello di agenda, lungimirante nell'intenzione di ridimensionare il Pil e lo spread. Ma soprattutto che non ci regali altri aumenti, che non ce la faccio nemmeno più a star dietro a tutti i pagamenti e scadenze e già me ne creano di nuovi.

Ora mi prendo nota di quel che dovrò accantonare per non andare in rosso all'ultimo minuto, dalla A alla Z.

A

Autostrade

Ricordiamoci che i pedaggi aumenteranno vertiginosamente: da un minimo del 2,9% sino a toccare la cifra vergognosa del +14,44% sul raccordo della Valle D'Aosta. Come ci rassicura il ministro Passera servirà a garantire i servizi, la manutenzione (!) e completare i lavori in corso (!!). Va bene, siamo solo alla A, vogliamo crederci. Soprattutto perché sono in vacanza in Val D'Aosta e a casa devo pur tornare, e mi voglio evitare una grande acidità di stomaco.

Aeroporti

Tasse aeroportuali in tendenziale aumento. A Fiumicino (dove circola il 40% dei passeggeri del Paese) aumento da 16 a 26,50 euro.

Assicurazioni

Anche le assicurazioni si prenderanno un 5% in più. Ne spendo 1100 ne spenderò 1155, bene speravo invece di risparmiare sul mio super bolide.

B

Benzina

Il costo del greggio è aumentato, indi per cui ennesimi rincari ci attendono. Ringraziamo l'Antitrust per farci notare che i prezzi negli impianti della grande distribuzione e dei no logo costano sino a 13 centesimi in meno. Almeno 80-100 euro in più in un anno, per me che la uso raramente!

G

Gas e gas metano

Aumenteranno i costi di fornitura dell'1,7%, una media di circa 22 euro in più. In compenso l'elettricità diminuirà dell'1,4% togliendoci invece 7 euro. A conti fatti comunque ci perdiamo sempre 15 euro.

R

Rai

Aumento del canone da 112 a 113,5 euro. 1 euro e 50 è poca cosa, ma per il servizio offerto sono fin troppi. E comunque per una tassa che non dovrebbe più neanche esistere un qualsiasi aumento, seppur irrisorio, è un segnale negativo. Significa: col cavolo che aboliamo il Canone!

Rifiuti

Già si sa della neonata Tares, in sostituzione di Tarsu e Tia, la nuova imposta sui rifiuti, che peserà per circa 64 euro in più a famiglia.

Raccomandate

Rincarano i francobolli, da 60 a 70 centesimi per le lettere e da 3,30 a 3,60 quelli per le raccomandate. Bell'inizio anche per chi ha optato per un Bancoposta, oltre alle code interminabili agli sportelli si dovranno accollare un canone annuo che passerà da 30,99 a 48 euro. Per fortuna mando poche raccomandate e non ho un Bancoposta.

Bene, per fortuna le lettere non sono state tutte occupate da voci gravose. Diciamo che per sopravvivere l'anno prossimo dovrò accantonare extra per quasi 300 euro. Ad essere stretti e soprattutto ottimisti.

Buon Anno nuovo a tutti voi! Io ho mangiato lenticchie per uno stimato 20% in più rispetto allo scorso anno, potrebbe aiutarmi ad incrementare le mie entrate per foraggiare le mie uscite!
Email barbaralgsordi@gmail.it
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(01/01/2013 - Barbara LG Sordi)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF