Sei in: Home » Articoli
 » Condominio

MEDIAZIONE obbligatoria - Pur incostituzionale (sentenza n.272/'12) rivive nella riforma del condominio?

mediazione contratto id0
Caro Zibaldone, Barbara Sordi alias Sarah Jessica Parker commentava nel dodicesimo episodio (pubblicato da questa Rivista il 24 dicembre 2012) della saga Lex & the City che "a Natale siamo tutti più buoni, condomini esclusi".
Prendendo spunto dalla nostra "Carrie" (confesso che la serie piace parecchio anche a me e bisogna dare atto a LA7 di proporre attualmente la migliore televisione: Crozza fantastico!) mi sono posto il dilemma: ma non è che la legge di riforma del condominio, all'art. 71-quater per la precisione, abbia sortito una reviviscenza della mediaconciliazione?
Ora, se ci fate caso, il nostro demenziale creatore di leggi, che ormai non merita più neppure il beneficio dell'interpretazione, per le controversie di condominio ha fatto esplicito riferimento al Decreto Legislativo 4 marzo 2010, n. 28 che - benedetto il Signore - era già stato reso incostituzionale per eccesso di delega con la pronuncia n.272/2012.
Il che significa che, se "la domanda di mediazione deve essere presentata, a pena di inammissibilità", tale procedura è nuovamente (lo è stata nell'interregno 20 marzo 2012/24 ottobre 2012) obbligatoria. Sulla scorta della sentenza della Consulta la mediazione obbligatoria non esiste più: sopravvive la mediazione facoltativa e quella delegata, vale a dire quella che prende le mosse dall'invito del giudice.
Per non farmi prendere il mal di testa invito i nostri documentati e competenti lettori ad esprimere la propria opinione in proposito. Complimenti, per il momento, al nostro attentissimo visitatore Dott. Martino Pasquale (quale sarà il cognome?) che ha postato il proprio illuminato commento nell'apposito form proprio mentre stavo, tra mille perplessità e con il beneficio del dubbio, ultimando queste insignificanti noterelle. Certo, che dire di un legislatore che, a distanza di poco più di un mese da una storica pronuncia d'incostituzionalità, si concede il lusso di rimandare (resurrezione?) ad una norma abrogata e dichiarata illegittima per eccesso di delega ex artt. 76 e 77 Cost.?
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(29/12/2012 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF