Riforma CONDOMINIO - Videosorveglianza delle parti comuni ex art. 1122-ter c.c.

condominio appartamento
Esordio per la videosorveglianza sulle parti comuni nella recente riforma del condominio.
Infatti, grazie all'art. 7 della Legge 11 dicembre 2012, n. 220, denominata Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici per la prima il Codice Civile contempla ora una disposizione normativa specifica, rubricata all'art. 1122-ter.
Tale norma Ŕ stata richiesta anche dal Garante per la Privacy e specifica che le deliberazioni concernenti l'installazione sulle parti comuni dell'edificio di impianti volti a consentire la videosorveglianza sono approvate dall'assemblea con la maggioranza di cui all'art. 1136, 2░ co.

Il che equivale a stabilire la validitÓ delle delibere approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti ed almeno la metÓ del valore dell'edificio.
Studio Cataldi ha giÓ esaminato, a cura di Andrea Proietti, la significativa riforma con la news pubblicata il 22 novembre 2012 in cui viene specificato che l'entrata in vigore Ŕ prevista per il 18 giugno 2013; infatti, all'art. 32 si legge che "le disposizioni di cui alla presente legge entrano in vigore dopo sei mesi dalla data di pubblicazione della medesima nella Gazzetta Ufficiale".
(31/12/2012 - Avv. Paolo M. Storani) Lascia un commentoUltimi commentiCita nel tuo sitoSalva in PDF
» Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilitÓ civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani


Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus