Sei in: Home » Articoli

Il ruolo dello spedizioniere nel trasporto intermodale.

lo spedizioniere ed il trasporto intermodale
Lo spedizioniere si contraddistinge, all'interno del trasporto intermodale, come colui che prende accordi e/o effettua prestazioni in merito a dei servizi aggiuntivi, utili proprio per il trasporto delle stesse merci o, ancora, altri servizi in veste di emissario. Lo spedizioniere, quando è organizzato nella forma complessa ed articolata di un'impresa di trasporti internazionali, può rivestire i panni di agente affiliato IATA (International Air Transport Asociation), specializzato nei trasporti sui container da aereo, oppure, operare in qualità di agente consolidante in tutte le modalità di trasporto, agenzia di trasporto su strada e operatore del trasporto multimodale. Con l'adozione, tra le proprie competenze, di incarichi di spostamento in container delle merci, si viene a creare l'immagine dello spedizioniere che opera come consolidatore e/o NVOCC (Non Vessel Operator Commom Carrier) e nel trasporto marittimo. L'immagine dello spedizioniere è ufficialmente prevista e riconosciuta dalla maggior parte dei paesi. Ad ogni modo, la funzione degli spedizionieri è definita all'interno del commercio internazionale e, gli stessi, sono associati all'interno della FIATA, ovvero, la Federazione Internazionale ddell'Associazione dei Trasporti e Affini. L'agenzia dei trasporti interviene quindi nella contrattazione del trasporto internazionale, negoziandolo e gestendolo autonomamente. La stessa può svolgere la sua attività prendendo contatto e scegliendo i mezzi di trasporto di cui necessita, considerando che la mancanza di veicoli di proprietà è generalmente una condizione fondamentale per lo svolgimento di questa attività. Questo attore di mercato, del resto, fornisce un supporto all'esportatore/importatore, oltre che al vettore e agli spedizionieri, in modo particolare quando si trova a contrattare in prima persona i servizi. Operatore del trasporto multimodale:il trasporto multimodale ha dato spazio a questa figura, con professionisti che operano indifferentemente in qualità di persona fisica giuridica. Una compagnia marittima, un operatore di servizi connessi ai carri ferroviari o uno spedizioniere specializzato, vengono messi in collegamento l'uno con l'altro, concludendo un contratto antecedentemente all'intervento dell'esportatore o dell'importatore, con il ruolo di spedizioniere principale che si occupa di trasmettere la documentazione relativa ad ogni operazione effettuata, nonché di coordinare i mezzi e le modalità di trasporto utilizzati, facendo ricadere su di sé la responsabilità per quanto riguarda l'esecuzione del contratto. L'agente doganale: questa ulteriore figura professionale può essere ricoperta tanto da una persona fisica quanto da una giuridica. In questo caso, l'operatore ottiene un'autorizzazione rilasciata dalle autorità doganali per poter elaborare i documenti necessari alle pratiche da svolgere negli uffici di esportazione e d'importazione delle merci. L'agente doganale si occupa anche di effettuare i pagamenti di imposte, tasse, licenze, certificati - nel rispetto delle norme doganali e delle prescrizioni delle autorità competenti - per conto dell'esportatore o dello stesso importatore. Per gli imprenditori interessati a fare business in Spagna è disponibile una comparativa fiscale con pratico esempio al seguente link:COMPARATIVA FISCALE ITALIA - SPAGNA
Studio Legale e di consulenza aziendale in Spagna
Ana Fernandez & Geval

Indirizzo: Calle General Urrutia, 75 – 7A - 46013 Valencia (Spagna)
Tel: +39 0861 18 86 156
Email: abogadafernandez@nonbisinidem.com
Contatti con lo Studio Legale Ana Fernandez & Geval

Brochure dello studio legale
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(06/12/2012 - L.V.)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF