Sei in: Home » Articoli

Il trasporto multimodale: Ecco come è concepita la rete trans-europea dei trasporti.

il tresporto multimodale in Spagna
Studio legale Ana Fernández & Geval S.L.:Generalmente, quando si parla di modalità di trasporto, si è soliti definire quest'ultima come una tipologia particolare del trasporto riferendosi a beni e a persone. Va detto, principalmente, che allo stato attuale delle cose è possibile distinguere tre modalità principali di trasporto, ovvero, quella aerea, quello terrestre e, infine, quella marittima. Quando si parla di catena di trasporto, invece, distinguiamo la sequenza della modalità e del nodo di trasporto in riferimento all'ambito del movimento di merci, ricorrendo a seconda delle varie situazioni che si presentano – e principalmente in caso di necessità - ad una o più operazioni di trasbordo. All'interno di una catena integrata di trasporto, collegati tra di loro attraverso i nodi, si possono delineare tre importanti livelli fondamentali: - Livello fisico o infrastrutturale, il primo, per il quale ci si dota della capacità di spazi, infrastrutture e strutture utili per accogliere diversi tipi di traffico del materiale mobile; - Livello funzionale, che è reso compatibile con i propri servizi, spese, il tempo ed i modelli di gestione ed organizzazione; - Livello di conoscenza, per il quale si ordinano, creano e diffondono delle informazioni relative alla catena e tutto ciò che vi ruota intorno. La rete trans-europea dei trasporti, ad oggi, è senza alcun dubbio concepita sulla rete europea dei trasporti che connettono, almeno a partire dall'anno 2010 ad oggi, i diversi paesi che vanno a formare l'Unione Europea, segnatamente con i seguenti obiettivi: la creazione delle relazioni di base utili per agevolare il trasporto, l'ottimizzazione delle infrastrutture già esistenti, il conseguimento dell'interoperabilità degli elementi della rete, l'integrazione con le distinte modalità di trasporto e la dimensione medioambientale della rete e, per terminare, la previsione di un'espansione dell'Unione Europea nei confronti di paesi terzi. Con il nome di servizio ferroviario autostradale, è noto il servizio che associa per l'appunto il trasporto combinato effettuato a partire dai carri ferroviari. Questo servizio è particolarmente sviluppato soprattutto nelle zone montane, come in Svizzera, o anche in altre regioni in cui si presentano ostacoli inevitabili da superare, come il Canale della Manica. Sono servizi particolarmente raccomandabili laddove le infrastrutture stradali si presentino inadeguate, come ad esempio sui massicci alpini del Sempione, Gottardo e Brennero, oppure inesistenti, come nelle località massicci del Lötschberg sulle Alpi ed il tunnel sotto il Canale della Manica. All'interno del mondo dei trasporti combinati troviamo poi il modello ferroviario marittimo, ovvero quello in cui vi è una particolare rilevanza da parte del servizio portuale, il cui principale scopo è diminuire il congestionamento di aree che sono sensibili dal punto di vista ambientale con il traffico. Anche se l'applicazione di questo tipo di trasporto combinato è ancora in fase di concretizzazione da parte della Commissione Europea, la scelta di questo binomio lascia immaginare nuovi scenari in cui i volumi trasportati e lavorati delle merci all'interno dei porti saranno sempre più in costante aumento. Per gli imprenditori interessati a fare business in Spagna è disponibile una comparativa fiscale con pratico esempio al seguente link:COMPARATIVA FISCALE ITALIA - SPAGNA
Studio Legale e di consulenza aziendale in Spagna
Ana Fernandez & Geval

Indirizzo: Calle General Urrutia, 75 – 7A - 46013 Valencia (Spagna)
Tel: +34.647.44.21.02
Email: abogadafernandez@nonbisinidem.com
Contatti con lo Studio Legale Ana Fernandez & Geval

Brochure dello studio legale
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(26/11/2012 - L.V.)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF