Sei in: Home » Articoli

Tribunale CE: Sentenza violazione concorrenza settore automobilistico

Ammenda confermata (ma ridotta) alla General Motors Nederland per aver ostacolato la concorrenza: il Tribunale europeo di primo grado ha sostanzialmente confermato la decisione della Commissione europea che aveva condannato la Opel Nederland (della General Motors Nederland) a pagare un'ammenda di 43 milioni di euro per aver ostacolato la concorrenza. Secondo la Commissione, infatti, esisteva una strategia sistematicamente restrittiva in materia di approvviginamento e di premi e un divieto diretto delle esportazioni per quanto riguardava sia le vendite ai consumatori finali che quelle ai concessionari Opel stabiliti in altri Stati membri.
(Tribunale di Primo Grado UE - Seconda Sezione, Sentenza 21 ottobre 2003: Concorrenza - Distribuzione di autoveicoli - Art. 81 CE - Regolamenti (CEE) n. 123/85 e (CE) n. 1475/95 - Compartimentazione - Strategia generale intesa a restringere le esportazioni - Limitazione delle forniture - Sistema restrittivo di premi - Divieto delle esportazioni - Ammenda - Gravità e durata dell'infrazione - Proporzionalità - Orientamenti per il calcolo delle ammende). [Silvia Margaria].
Leggi il provvedimento su www.filodiritto.com
(30/10/2003 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Isee: i Caf sospendono il servizio dal 15 maggio
» Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
» Carta d'identità elettronica: al via da oggi
» Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!
» Condominio: multe fino a 2mila euro al mese all'amministratore che non comunica i nomi dei morosi
In evidenza oggi
Niente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudiceNiente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudice
RC Auto: vietata la clausola che impone il carrozziereRC Auto: vietata la clausola che impone il carrozziere
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF