Sei in: Home » Articoli

Medical MALPRACTICE and best practices - Vita da GINECOLOGO - Nascita di Marco

medici operazione medico
POSTA & RISPOSTA n.359 è dedicato a Marco che ha due mesi ed a chi lo ha fatto venire al mondo superando una sequela di ostacoli, un anonimo ginecologo (non ha importanza il suo nome, anche se è un medico di chiara fama, un tipo che quando gira per strada sembra la ...Madonna pellegrina per quante ...fedeli gli si parano avanti a stringergli la mano) che mi ha scritto una lettera che ne contiene un'altra, destinatario proprio il piccolo quando sarà grande. Questa lettera ...nasce proprio per Marco

"LETTERA AD UN BAMBINO già NATO
Capitolo primo - Caro Marco, quel venerdì di agosto 2012 è sicuramente per te, ma anche per il sottoscritto, una data indimenticabile, una giornata per te "vitale", per me densa di emozioni.
La tua mamma si ricovera al mattino nel reparto di Ostetricia dell'ospedale dove lavoro: è giunta al termine di una gravidanza assolutamente preziosa, alle soglie dei 47 anni, sta per darti alla luce, dopo una storia di aborti spontanei e tentativi di Fivet (fecondazione in vitro), falliti; è arrivato il momento decisivo, però, il parto spontaneo è un miraggio, la tua mamma si sente più sicura con un taglio cesareo, decisione di cui sono pienamente d'accordo. Il venerdì è giorno di sala operatoria, ma la mamma non è nella lista programmata. Chiedo alla anestesista la possibilità di effettuare l'intervento in mattinata; la dottoressa mi dà l'okay. Effettuo interventi seguendo la lista, verso mezzogiorno dico ci siamo! Ma mi dicono che le interruzioni di gravidanza sono prioritarie (sic!), per fortuna quel giorno sono solo due delle cinque previste. Alle 13:30 torno alla carica, però non avevo previsto che eravamo arrivati ormai nell'ora dove inizia (calcisticamente parlando) la melina: l'anestesista scomparsa, le strumentiste in ritirata per una tirata, l'infermiera al computer, con lo yogurt in mano e gli occhi all'orologio. Chiedo spiegazioni di questo break in sala operatoria; difronte alle loro risposte vaghe sento di essere (per dirla con Almodovar) sull'orlo di una crisi di nervi: mi passano per telefono l'ignaro primario anestesista con il quale sfogo tutta la mia rabbia, aggredisco verbalmente l'anestesista, misticamente riapparsa in sala operatoria. Sono inurbano nei modi, ma sento di lottare per una giusta causa. Mi batto per te, caro Marco! E per la tua mamma, peraltro paziente di una collega in ferie! Il tempo scorre veloce, intanto si ricovera una mamma al nono mese con due gemellini che fremono anche loro per nascere. Siamo arrivati alle 14 - Time out!!! Cambio della guardia.
capitolo secondo - Arrabbiato, stanco, deluso, parlo con i tuoi genitori, scusandomi per i vari contrattempi. Torno a casa! Alle 15:30 uno dei due colleghi del pomeriggio mi informa che i gemelli sono nati e si può fare il cesareo. Per te. Rientro in ospedale, vedo la tua mamma finalmente in pole position, nell'anticamera della sala operatoria, assistita da una nostra caposala, la quale a bruciapelo mi chiede ...Marco o Matteo?? Decido per Marco! Siamo tutti pronti allo starter, ma ...di nuovo il collega annuncia un'altra urgenza dalla sala travaglio! Ho un moto di stizza, verifico che in effetti c'è un altro bambino che ha più fretta di te. Torno in ...panchina, deciso più che mai a non mollare. Finalmente alle h.17:30 circa nessun altro ostacolo si frappone al tuo arrivo. Siamo in sala operatoria ...guanti, maschera, cappellino verde. Incido, rapida estrazione, sento il tuo pianto, la tua manina che afferra le dita della mia mano sinistra, una tua stretta di mano, per ringraziarmi ...
Caro Marco, sei una bambino fortunato, che ha visto la luce e un giorno potrai leggere questa mia lettera: pensa ai due bambini (IVG) mai nati, ai quali questa lettera non perverrà mai. Io ti sono immensamente grato perché hai saputo rinnovare, nonostante le quasi 35 primavere professionali, l'emozione nel portarti alla luce. Sei un bambino forte che saprà superare mari e ...MONTI (!) e i vari ostacoli che ogni giorno la vita ti presenterà. Hai l'energia sufficiente per sublimare il dono della vita.

Con tanto affetto, J.R." - Caro Dottore, posso solo aggiungere alla Tua lettera filmica, un ...silenzio, applausi!
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(31/10/2012 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF