Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati a NUMERO CHIUSO sì o no? SONDAGGIO: si profila un TESTA A TESTA - Interviene l'Avv. Simone BULGARELLI

avvocati id8859
La puntata n. 355 di POSTA & RISPOSTA ospita un contributo dell'avv. Simone BULGARELLI del Foro di Roma, per autodefinizione "giovane avvocato" del Foro di Roma, che me lo ha inviato alle h.11:28 del 7 ottobre 2012 su mia espressa richiesta; infatti, il Collega romano aveva postato a Portale un commento critico al nostro sondaggio sulla proposta di introdurre il numero chiuso nella professione forense, con cui adombrava che, da parte nostra, si fosse "pubblicata solo la versione favorevole alla mancanza di una preselezione"; in realtà, come ben sanno gli abituali visitatori di Studio Cataldi, questa rubrichetta è di dialogo con i lettori; chi la segue con continuità sa ch'è uno spazio aperto; abbiamo pubblicato un commento del Dott. Aldo Barbaro, medico-legale di Reggio Calabria, sol perché era giunto tra i primissimi ed era -ed è- assai interessante, tant'è che lo hanno consultato in molti in poche ore. Che, poi, non si tratti di un avvocato, poco, anzi nulla importa. Che, poi, i medici ...legali abbiano grande prossimità con chi svolge la professione forense è un dato di fatto. Ora intendiamo pubblicare il contributo dell'Avv. Bulgarelli, parimenti significativo e per niente "misero", come, caro Simone, scrivi nella mail di accompagnamento, specificando che non hai voluto "snocciolare i soliti dati statistici o i ripetitivi interventi di Ministri o Presidenti delle inutili istituzioni forensi per spiegare quello che quotidianamente subiamo sul campo io e i miei giovani Colleghi". A Te la parola: "Più di qualcuno ha sostenuto la necessità di conservare un sistema di accesso “libero” alla professione di avvocato, senza alcun tipo di barriera, senza alcuna rigida selezione. A sostegno di ciò, si è da più parti sostenuto che la selezione verrà fatta dal mercato, il quale stimolerà la concorrenza spietata tra i vari legali e infine decreterà chi è migliore e chi no. Questo assunto non è, a mio parere, minimamente condivisibile. In primo luogo, altre categorie professionali sono di eccellenza (tra le molte, medicina, ingegneria, architettura, magistratura) pur disponendo del numero chiuso o di restrizioni all'accesso. In secondo luogo la categoria degli Avvocati è chiamata a “lottare” nei processi a difesa dei diritti dei singoli e non già nell'arena di un mercato in nome di una concorrenza spietata. Ed infatti, proprio a causa di tale concorrenza, giovani e giovanissimi avvocati soccombono o faticano terribilmente per lavorare, sostenersi e godere le gioie della loro professione. Ciò, senza contare le perniciose riforme proposte e attuate contro i giovani avvocati da questo insipiente legislatore. Al contrario, ritengo che, se si opta per un sistema rigoroso di accesso, attraverso un adeguato percorso di formazione e un severissimo esame di valutazione, il lavoro dell'Avvocato non potrà che guadagnarne nuovamente in prestigio e dignità, anche - e soprattutto - sul piano economico. Infine, resto dell'idea che chi non patisce le difficoltà, di ogni genere, che noi giovani avvocati siamo costretti ad affrontare a causa di queste riforme, chi non è in grado di provare umiliazione di fronte ad un cliente disposto, per di più con un certa riluttanza, a pagare una miseria per una prestazione degna di tale nome, non può permettersi di tessere le lodi o di plaudire ad un sistema che produce tutto questo. Ben venga quindi una severa restrizione all'accesso per l'esercizio della professione forense, come avviene per ogni altra categoria professionale che si rispetti". Ringrazio l'avv. Simone BULGARELLI sia per la sua lettera che per il post che correda le news di riferimento ed invito tutti ad intervenire votando il sondaggio lanciato il 4 ottobre 2012. La pagina è consultabile qui: Avvocati a NUMERO CHIUSO - Sondaggio tra i lettori: siete favorevoli o contrari? Dite la vostra!.
Si profila un testa a testa perché, mentre sto scrivendo il responso del sondaggio dice: 49% favorevoli al numero chiuso, 51% contrari.
E' possibile votare anche qui sotto:
Il sondaggio è aperto vota anche tu!
web survey

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(09/10/2012 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF