Sei in: Home » Articoli

Rincari prezzi e tariffe, pesante denuncia dalle associazioni dei consumatori

povero crisi fallimento
“Un ritorno dalle ferie amaro quello con cui si stanno scontrando in queste ore i consumatori italiani”, è quanto dichiarato dal Codacons in un comunicato stampa, a motivo della nuova serie di rincari di prezzi e tariffe in diversi settori con i quali gli italiani dovranno fare i conti a partire da questo finale di stagione. "In base alle nostre stime la riapertura dei negozi e delle attivita' commerciali è accompagnato da un aumento generalizzato dei prezzi, mediamente del 5% sui prodotti di largo consumo, con punte fino al +10% per quei beni legati strettamente alle quotazioni dei carburanti, con una maggiore spesa a famiglia pari a +550 euro su base annua solo per gli alimentari", è quanto sostenuto dal presidente Carlo Rienzi, che prospetta un Natale “gelido” sul fronte degli acquisti.

Dello stesso parere anche Federconsumatori e Adusbef:”Già abbiamo calcolato in 2.333 euro annui quanto incideranno l'aumento di prezzi, tariffe e tasse sulle famiglie. Quello che ci preoccupa ulteriormente è che questo andamento non sembra avere sosta anche nella ripresa autunnale”, hanno dichiarato le associazioni, preoccupate in particolar modo per il settore alimentare, che potrebbe registrare aumenti fino al 7%, pari a +392 euro, e per i 308 euro in più delle bollette di casa e i 471 euro di incremento per costi energetici, tra carburanti e riscaldamento.

Le due associazioni hanno inoltre definito “indicibili” gli aumenti delle tassazioni, IMU e addizionali IRPEF, nonché il pesante carico economico necessario per mandare i figli a scuola. Indispensabile, per i due presidenti Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, una nuova fase di politica economica fondata sul rilancio e lo sviluppo, accompagnata dall'abbassamento delle accise sulla benzina e dalla detassazione delle tredicesime.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/09/2012 - Andrea Proietti)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Papa: ci vuole un "grande coraggio" oggi per sposarsi
In evidenza oggi.
Charlie Hebdo: esercizio del diritto di satira o lesione della dignità delle vittime?
Alcune considerazioni di Gino M.D. Arnone relative al macabro accostamento pietanze-morti sono tuttora valide dopo l'ennesima, ripugnante vignetta del settimanale satirico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF