Sei in: Home » Articoli

D.P.R. 30 luglio 2012, n. 151: modifiche al regolamento di esecuzione e attuazione del Nuovo Codice della Strada

strada notte id8963
E' stato pubblicato nella G.U. 31 agosto 2012, n. 203, il D.P.R. 30 luglio 2012, n. 151 recante modiche al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, concernente il regolamento di esecuzione e attuazione del Nuovo codice della strada, in materia di strutture, contrassegno e segnaletica per facilitare la mobilità delle persone invalide.
Finalità del Decreto è quella di sostituire il «contrassegno invalidi» con il nuovo «contrassegno di parcheggio per disabili».
Il Decreto consta di 3 articoli:
- Art. 1 - Modifiche all'articolo 381 del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 49: nel primo articolo, oltre ad alcune modifiche, il decreto va ad uniformarsi al modello di “contrassegno di parcheggio per disabili” previsto dalla raccomandazione n. 98/376/CE del Consiglio dell'Unione europea del 4 giugno 1998.
- Art. 2 - Modifiche ai Titoli II e V del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 49: nel secondo articolo si modificano gli allegati che sono figure segnaletiche.
- Art. 3 - Disposizioni transitorie e finali: nelle disposizioni finali viene specificato che la sostituzione del «contrassegno invalidi» con il nuovo «contrassegno di parcheggio per disabili», conforme al modello previsto dalla raccomandazione del Consiglio dell'Unione europea del 4 giugno 1998, deve avvenire entro tre anni dalla data di entrata in vigore del presente regolamento, salvo che le amministrazioni comunali non decidano tempi più contenuti.
(09/09/2012 - L.S.)
Le più lette:
» Processo civile: l'opposizione all'esecuzione
» Designer e architetti: come sfruttare al meglio gli smartphone
» Addio al genitore collocatario: la prima sentenza del tribunale di Lecce
» Equitalia cerca avvocati: domande entro il 27 giugno
» Vaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestà
In evidenza oggi
I figli devono garantire assistenza morale e materiale ai genitori anzianiI figli devono garantire assistenza morale e materiale ai genitori anziani
Divorzio: assegno anche se la ex rifiuta di lavorareDivorzio: assegno anche se la ex rifiuta di lavorare
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF