Sei in: Home » Articoli

Federconsumatori: prezzi benzina troppo alti, sconti del week-end diventino permanenti

benzina carburante
Federconsumatori ha fatto notare come i prezzi della benzina abbiano subito un'ulteriore rialzo, toccando punte molto elevate in alcune zone d'Italia. Quello che dovrebbe essere il prezzo consigliato sarebbe stato ritoccato di 1,5 centesimi fino a 1,89 euro al litro, con media ponderata attestata a quota 1,86 euro al litro, e punte massime di 1,932 euro al Meridione.

“Le revisioni al rialzo del costo della benzina sono, come ripetiamo da tempo, del tutto ingiustificati e si ripercuotono sul generale aumento dei prezzi” – ha dichiarato l'associazione – “basta pensare che l'inflazione nel mese di luglio si è attestata a quota 3% e il carrello della spesa risulta in aumento del 4% su base annua”.

Per Federconsumatori è grave il fatto che i prezzi sarebbero stati ritoccati proprio in concomitanza con il consueto week-end da bollino rosso, nel quale la maggior parte dei cittadini si mette in viaggio per raggiungere i luoghi di villeggiatura in automobile. Prendendo in esame i prezzi massimi, un pieno sarebbe costato ben 95 euro per un utilitaria, con potenziale spesa di circa 190 euro per 100 litri di benzina.

Secondo l'associazione, inoltre, gli incrementi andrebbero ad annullare i promozioni e gli sconti applicati nel fine settimana, ed è per questa ragione che le tariffe in vigore nel week-end dovrebbero divenire permanenti.

“Occorre far stabilizzare il prezzo della benzina su un livello accettabile, provvedendo a contrastare i fenomeni speculativi”, è quanto dichiarato Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti. Riducendo i prezzi di 15-16 centesimi al litro, ogni automobilista risparmierebbe circa 8 euro a pieno, ovvero 192 euro su base annua.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(08/08/2012 - Andrea Proietti)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF