Sei in: Home » Articoli

Procedimento disciplinare notai: Cassazione, legittimo il procedimento anche se attività accertativa viene svolta dal consiglio anziché dal Presidente

notaio business id10262
È legittimo il procedimento disciplinare se attività accertativa viene svolta da consiglio anziché da Presidente. È questo il contenuto della sentenza n. 10595/2012 con cui la Corte di Cassazione ha stabilito ha rigettato il ricorso di un notaio che eccepiva la nullità del procedimento per essere stata svolta l'attività accertativa dal Consiglio. La sesta sezione civile ha spiegato infatti che “l'art. 267 del r.d. 10 settembre 1913, n. 1326, recante il regolamento di esecuzione della legge notarile, là dove, nel suo primo comma dice che "Il Presidente del Consiglio Notarile, accertati sommariamente e mediante le informazioni che stimi opportune i fatti addebitati, ne riferisce nella prima riunione successiva alla denunzia al Consiglio Notarile, che decide se vi sia luogo al giudizio disciplinare" non dev'essere interpretato nel senso che attribuisca al detto Presidente il potere di procedere alle attività di accertamento dell'illecito disciplinare in funzione del possibile promovimento del procedimento disciplinare, ma dev'essere inteso nel senso che intenda riferirsi all'attività di mera ricognizione dell'esistenza nel fatto addebitato degli estremi per investire il Consiglio, poiché le norme degli art. 93, 93-bis e 93-ter della I. n. 89 del 1913 (gli ultimi due aggiunti dal d.lgs. n. 249 del 2006) attribuiscono il potere di accertamento finalizzato all'instaurazione del procedimento disciplinare al Consiglio, che può delegare il presidente o un componente, ma — come in ogni caso in cui un potere può essere delegato - può anche agire esso stesso o delegando alcuni suoi membri”.
Consulta testo sentenza n. 10595/2012
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(24/07/2012 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Il reato di violenza privata
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Biciclette: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
» Gli eredi legittimi: chi sono e quale è la differenza con i legittimari
» Colpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
In evidenza oggi
Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanzaDdl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
L'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziarioL'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF