Sei in: Home » Articoli

Accesso ai dati personali senza il documento di identità

Il Garante per la protezione dei dati personali (newsletter 29 settembre / 5 ottobre 2003) ha ribadito che si può chiedere di accedere ai propri dati personali senza bisogno di esibire un documento di riconoscimento, se chi detiene tali dati ha la possibilità di accertare l?identità dell'interessato attraverso la conoscenza personale o altri concreti elementi. L'Autorità ha così accolto il ricorso di un cittadino che lamentava da parte della sua agenzia di assicurazione di non aver ottenuto riscontro a due istanze, formulate ai sensi dell?art. 13 della legge n. 675/1996, con le quali aveva chiesto la comunicazione in forma intelligibile dei dati personali riferiti ai premi assicurativi corrisposti in relazione a due polizze a lui intestate.
(10/10/2003 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
In evidenza oggi
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF