Sei in: Home » Articoli

Cassazione: nozze annullabili anche se vi è stata convivenza di trent'anni

sposa matrimonio nozze unione civile
In materia di famiglia, con sentenza n. 8926 depositata il 4 giugno 2012, la Corte di Cassazione ha precisato che la domanda di delibazione dell'annullamento canonico del matrimonio non può essere rigettata sul mero rilievo che fra gli sposi protagonisti del matrimonio annullato per vizio del consenso dalle autorità ecclesiastiche vi stata, dopo le nozze, una convivenza trentennale che ha portato, fra l'altro, alla nascita di tre figli. È questo il contenuto della sentenza degli Ermellini che hanno accolto il ricorso di un uomo avverso la sentenza con cui i giudici d'appello avevano negato la delibazione della sentenza di annullamento del matrimonio canonico. La Corte di Appello spiegava che la circostanza che dalla celebrazione del matrimonio alla sentenza di nullità fossero decorsi ben trent'anni, nel corso dei quali la coppia aveva vissuto “pubblicamente come tale”, procreando tre figli, determinasse una volontà di accettazione del rapporto incompatibile con il successivo esercizio della facoltà di rimetterlo in discussione. La coppia proponeva così ricorso per cassazione e gli Ermellini, accoglievano le eccezioni sollevate dalla coppia, cambiando orientamento in materia.
La convivenza fra i coniugi successiva alla celebrazione del matrimonio - hanno precisato i giudici di legittimità nella parte motiva della sentenza - non è espressiva delle norme fondamentali che disciplinano l'istituto e, pertanto, non è ostativa, sotto il profilo dell'ordine pubblico interno, alla delibazione della sentenza ecclesiastica di nullità del matrimonio canonico.
Consulta testo sentenza n. 8926/2012
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/06/2012 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF