Sei in: Home » Articoli

Responsabilità medica: nuove regole nel 'decretone' per 'frenare' boom di denunce contro medici

Medici in sala operatoria
Non c'è dubbio, nel corso degli ultimi anni il numero delle denunce contro i medici è salito in modo impressionante. Il fenomeno ha portato anche al progressivo diffondersi della cosiddetta "medicina difensiva" da parte dei camici bianchi. Anche i costi per il servizio sanitario nazionale legati al fenomeno sono arrivati a superare i 10 miliardi di euro ogni anno. Per mettere un freno al dilagare delle azioni legali contro i medici si è quindi ipotizzato di inserire all'interno del 'decretone' sanità delle nuove regole sulla responsabilità professionale del medico.
Ne hanno dato notizia i sindacati medici in occasione del sanità day tenutosi a Roma il 20 giugno dopo l'incontro con il Ministro della salute che aveva convocato le organizzazioni sindacali per esporre loro i contenuti del provvedimento.
Tra le novità in materia di responsabilità medica ci sarà innanzitutto l'introduzione di tabelle di riferimento per determinare la misura del risarcimento. Sarà inoltre possibile ricorrere contro i medici solo per colpa grave o dolo e sarà introdotto anche un fondo di solidarietà per i maxi risarcimenti e per alcune categorie più esposte. Tra le nuove regole c'è anche quella che renderà possibile la disdetta da parte delle assicurazioni solo dopo aver provveduto a risarcire il danno.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(24/06/2012 - N.R.)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
» Debiti sospesi fino a un anno per chi è in difficoltà
In evidenza oggi.
Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF