Sei in: Home » Articoli

Antitrust: cinque compagnie aeree multate, da dicembre più trasparenza sul prezzo dei biglietti

aereo aereo volo
L'Antitrust ha multato le cinque compagnie aree Alitalia, Ryanair, Easyjet, Wizz Air e Blue Panorama per non aver presentato il prezzo d'acquisto online dei biglietti per l'aereo in maniera trasparente: i vettori, nella prima indicazione di prezzo fornita ai consumatori, infatti, non riportavano l'indicazione relativa alle commissioni in caso di pagamento con carta di credito.

Le cinque compagnie, oltre ad aver ricevuto una sanzione complessiva di 100.000 euro, dovranno modificare la presentazione delle proprie tariffe entro il 1° dicembre 2012, così che possa essere chiaro al consumatore, sia nelle comunicazioni commerciali che nei sistemi di prenotazione e acquisto online, che nel prezzo indicato dalla compagnia e incluso anche il costo per il pagamento con carta di credito o debito.

Si tratta del risultato di parte di un'ampia azione che l'Antitrust sta portando avanti sul mercato attraverso 17 procedimenti, 11 di accertamento e 6 di inottemperanza: i cinque in particolare sono stati chiusi e accertati a carico delle suddette compagnie per “non avere rispettato le precedenti delibere dell'Autorità che qualificavano come pratica commerciale scorretta la mancata incorporazione nella prima indicazione del prezzo dei biglietti aerei la commissione applicata al momento del pagamento con carta di credito (cd. credit card surcharge)”.

“Alitalia, Blue Panorama, Easyjet, Ryanair e Wizzair si aggiungono ai vettori Air Italy, Germanwings, Lufthansa Italia e Air Berlin che, a seguito di analoghi provvedimenti dell'Antitrust, hanno già cessato la pratica commerciale dello scorporo dell'importo del cd. credit card surcharge dalla prima indicazione di prezzo fornita ai consumatori. Windjet e Vueling sono in fase di ottemperanza”, ha infine comunicato l'Antitrust.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/06/2012 - Andrea Proietti)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
» Divorzio: le tre vie per dirsi addio
» Whatsapp può spiare le chat private: l'allarme degli esperti
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF